La cronaca del match

Vittoria sofferta per la Femminile Molfetta contro la Vigor Lamezia

Si porta a quota 31 punti e si prepara al prossimo turno contro il Rionero

Calcio
Molfetta lunedì 18 gennaio 2021
di La Redazione
Femminile Molfetta
Femminile Molfetta © n.c.

Una vittoria sofferta, cercata a lungo e conquistata al termine di una prestazione coriacea contro un avversario mai domo: la Femminile Molfetta supera per 5-3 la Vigor Lamezia, rimontando per due volte una situazione di svantaggio, e portando a casa tre punti fondamentali per il prosieguo della stagione.

 

Mister Diego Iessi ritrova Liuzzo tra i pali, ma deve fare i conti con gli acciacchi di Pedace, Mezzatesta e Gariuolo, che stringono i denti per essere della partita. La gara delle biancorosse parte malissimo: dopo 30’’ Ferreira trova lo 0-1 con un tiro dalla distanza che, deviato, beffa Liuzzo. La reazione molfettese è immediata, con una prodezza balistica di Mezzatesta, su suggerimento di Mangafas, che pareggia subito i conti. La partita è accesa, con occasioni da una parte e dall’altra: al 4’22’’ le padrone di casa passano in vantaggio grazie a Mangafas che controlla alla perfezione un lancio lungo di Liuzzo e fulmina Jammoul. Il Lamezia non ci sta e all’ottavo è Linza a segnare il 2-2 con un tiro dalla lunga distanza. Nel finale di primo tempo il Molfetta ci prova con Barile, Mazzuoccolo e Gariuolo ma al riposo si va sul punteggio di parità.

 

La ripresa si apre con un’altra doccia gelata per le biancorosse: al 2’24’’ Praticò da posizione defilata lascia partire un siluro che si infila sotto l’incrocio dei pali per il 3-2 ospite. Le ragazze allenate da mister Iessi non si scompongono, alzano la pressione e continuano a produrre gioco, riuscendo a pareggiare al 5’11’, con una letale ripartenza sull’asse Mezzatesta-Mangafas concretizzata al meglio dall’argentina. Al 9’44’’ l’episodio che cambia volto al match, con Barile che va via in banda e cerca l’imbucata sul secondo palo deviata con una mano da Linza. L’arbitro assegna il calcio di rigore e dal dischetto Castro con una freddezza glaciale realizza. La reazione ospite non si fa attendere, Liuzzo è mostruosa su Praticò e Masaro e mister Monti prova a giocarsi la carta De Sarro quinta di movimento. A poco più di un minuto dalla sirena finale Pedace ruba palla e serve Mezzatesta che dalla propria metà campo approfitta dell’assenza del portiere per il 5-3 finale.

 

Con la vittoria odierna la Femminile Molfetta si porta a quota 31 punti in classifica. Nel prossimo turno capitan Mazzuoccolo e compagne renderanno visita al Rionero in un’altra sfida ad alto coefficiente di difficoltà.

Lascia il tuo commento
commenti