La cronaca del match

Molfetta Calcio alza bandiera bianca contro Taranto

Al Poli si impongono gli ionici 3-1. Gran gol di Strambelli nel finale

Calcio
Molfetta domenica 16 maggio 2021
di Angelo Ciocia
Molfetta calcio
Molfetta calcio © MolfettaLive.it

La Molfetta Calcio alza bandiera bianca contro un ottimo Taranto, in dieci uomini nell’ultima parte di gara, ma squadra dalla rosa assai profonda e compatta come poche.

Al Poli termina 3-1, il Taranto è roccioso dietro e cinico avanti, Molfetta propone gioco, crea e trova il gol della bandiera nei secondi finali.
Bartoli sorprende tutti e schiera Rollo in porta difeso da Pinto, Di Bari e Diallo; sugli esterni Cianciaruso e Dubaz, in mediana Conteh, Rafetraniaina e Massarelli. In avanti Strambelli e Ventura.

Nella seconda frazione di gioco si passa al 4-2-3-1 con Rollo in porta, terzini Cianciaruso e Diallo, al centro Pinto e Di Bari, in mediana Fucci e Rafetraniaina; Varriale, Strambelli e Ventura dietro Ventura.

Nei minuti finali ritrova il campo Legari per Rafetraniaina e Frappampina rimpiazza Cianciaruso.
Laterza risponde con Ciezkowski in porta, Boccia e Ferrara terzini, Guastamacchia e Rizzo baluardi difensivi. Diaby, Tissone e Matute compongono la cerniera di centrocampo. Versienti e Nicolas Rizzo esterni, Diaz punta.
Subito l’ariete Diaz spaventa Rollo al terzo minuto, risponde Ventura al settimo.

Occasione d’oro per Diallo al decimo minuto, poi al quarto d’ora Matute deposita fuori da ottima posizione. Strambelli inventa per Pinto, Ciezkowski è attento. Matute da fuori area prende in pieno la traversa, l’azione prosegue e, su cross di Versienti, realizza Diaz al 23’.

Taranto sulle ali dell’entusiasmo, Diaby al 26’ raddoppia. Gli uomini di Bartoli non ci stanno, serpentina di Strambelli bloccata dalla difesa con il 10 biancorosso che recrimina un rigore. Ci prova Tissone al 35’, poi Strambelli manda fuori con la specialità della casa, la punizione. Ventura, su cross di Dubaz centra il palo al 45’, ma è fuorigioco. Si chiude una prima frazione di gioco vivace e frizzante.

La ripresa parte con un super intervento di Rollo su Diaz, che poi esce infortunato, rimpiazzato da Alfageme. Ci provano Rafetraniaina e un positivo Massarelli.
A metà ripresa l’episodio che potrebbe riaprire il match: Alfageme e Nicolas Rizzo contro Rollo, Rizzo scucchiaia il portiere biancorosso, palla sulla traversa, Alfageme la ridà al fantasista tarantino che si lascia cadere beccandosi il secondo giallo per simulazione.

Succede poco o nulla, nel finale il match si accende: a cinque dalla fine, grande taglio di Versienti che buca Rollo. Nei minuti di recupero straordinario gol al volo di Strambelli, che mantiene la vetta della classifica marcatori con 17 firme.

Con il 3-1 subito, la Molfetta Calcio perde una posizione, in favore del Cerignola vittorioso 2-1 contro Gravina. I biancorossi adesso sono decimi. Il Taranto invece strappa i tre punti e allunga: nel big match di giornata, 2-2 tra Picerno e Casarano che porta gli ionici a +6 dai lucani a 4 giornate dalla fine, con il Picerno che deve però recuperarne una. Al terzo posto si issa la Fidelis Andria, con 51 punti che batte 2-0 la Team Altamura, nona. Il Lavello è quarto, con 50 punti, dopo lo 0-0 contro Fasano.
 

Lotta playoff bollente: Casarano quinto con 49 punti, Bitonto sesto con 48 punti dopo il 3-1 rifilato all’Aversa. Più giù Nardò con 45 punti, Altamura e Cerignola a quota 43, Molfetta con 41. Seguono il Sorrento che non ha giocato contro Brindisi, causa covid e il Fasano a quota 35. Poi bollente lotta playout: Aversa 30, Francavilla 29, Gravina e Portici 28 (i napoletani hanno battuto 4-0 la Puteolana nel derby campano).
 

Attualmente retrocesse Brindisi con 25 punti e Puteolana a quota 24.
Nel prossimo match, i biancorossi saranno di scena contro il Nardò settimo in classifica.

Lascia il tuo commento
commenti