I ringraziamenti della Virtus Molfetta a staff dirigenziale, tecnico, giocatori, tifosi e sponsor

Virtus Molfetta, game over sul campionato. Obiettivo confermare parte della rosa

Per la Virtus Molfetta la stagione sportiva è terminata il primo marzo, quando mancavano sette gare alla fine del campionato di Prima Categoria. Ora testa al mercato, con la conferma degli atleti

Calcio
Molfetta giovedì 21 maggio 2020
di La Redazione
Virtus Molfetta
Virtus Molfetta © Marilena Fracchiolla

Game over sui campionati dilettantistici. Troppo oneroso il protocollo sanitario per le società dilettantistiche italiane. Serie A, Serie B e Serie C proseguiranno i loro campionati. Il 22 maggio è previsto il consiglio della Lega Nazionale Dilettanti, presieduto da Cosimo Sibilia.

La soluzione adottata al termine del Consiglio Federale era nell’aria da diverso tempo, sebbene molti atleti hanno continuato il programma di allenamenti, in comune accordo con le società sportive e gli staff tecnici.

Per la Virtus Molfetta la stagione sportiva è terminata il primo marzo, quando mancavano sette gare alla fine del campionato di Prima Categoria. I biancorossi, allenati da mister Sinisi, hanno chiuso la stagione con una sconfitta, contro l’Incedit Foggia, primo in classifica e, stando alle parole del numero uno della FIGC pugliese probabile promossa in Promozione.

Ricorderanno con il sorriso i supporters biancorossi l’ultima partita casalinga, lo scorso 23 febbraio: fu Antonelli a decidere il match che permise di battere il Cagnano.

Il sodalizio biancorosso presieduto da Nicola Spadavecchia chiude il campionato all’undicesimo posto, con 25 punti, ad un buon margine dal Real Sannicandro, che avrebbe sancito la zona playout. Una squadra quasi totalmente locale, con tanti giovani talenti nostrani, che è uscita vittoriosa sette volte e ha pareggiato in quattro match. Trenta le reti segnate, mentre sono state 41 le marcature incassate: a guidare la classifica marcatori Antonelli con 5 reti, seguito da Giovannangelo de Pinto con 4 marcature; a pari merito, sul podio del tabellino marcatori, Guadagno e Murolo con 3 gioie personali.

La Virtus Molfetta, prendendo atto della decisione del Consiglio Federale, intende ringraziare staff dirigenziale, tecnico, giocatori, sponsor e tifosi. Componenti essenziali, uniche e necessarie per il cuore della Virtus Molfetta: senza di esse non avrebbe pulsato e la società è al lavoro per far sì che la passione e l’amore continuino ad alimentare i sogni di calca il Benedetto Petrone. L’obiettivo è confermare più talenti nostrani possibili per avere un’ossatura che parta con un anno di esperienza in più in un campionato ostico come la Prima Categoria.

Lascia il tuo commento
commenti