"Un'emozione unica essere scelto per eventi di questa importanza"

Roberto Sciannamea è la voce delle Superfinals di Champions League

Ieri lo speaker molfettese ha scaldato la voce per le finali di Champions League maschili e femminili

Volley
Molfetta domenica 02 maggio 2021
di Angelo Ciocia
Lo speaker molfettese Roberto Sciannamea con Paola Egonu
Lo speaker molfettese Roberto Sciannamea con Paola Egonu © MolfettaLive.it

Quando il volley internazionale chiama, Roberto Sciannamea risponde. E scalda la voce. 

Ancora una manifestazione da urlo porta il timbro di voce dello speaker molfettese. Ieri sera, all'AGSM Forum di Verona, teatro delle SuperFinals di Champions League di volley, Roberto Sciannamea è stato la voce dell'atto conclusivo della più importante manifestazione europea per club.

In passato, la voce storica del PalaPoli e della Pallavolo Molfetta, è stato scelto per eventi internazionale della nazionale azzurra "celeste" e "rosa". Il Mondiale femminile di Bari, il Gran Prix femminile di Bari, le partite della nazionale maschile e le qualificazioni olimpiche di entrambe le nazionali che hanno staccato il pass per Tokyo 2020.

"Innanzitutto è stato un onore poter essere l'official speaker di una manifestazione di questo livello, e posso solo ringraziare la FIPAV e la CEV che mi hanno voluto - le parole di Roberto Sciannamea, all'indomani di un sabato pallavolistico di livello assoluto - Dopo la finale di Coppa CEV con la Saugella Monza direi che è stata una ottima chiusura della stagione per club"

Proprio con la Saugella Monza, impegnata in CEV Cup, oltre che nella massima serie nazionale, Roberto ha assaporato il profumo del volley europeo per club. E dopo la Pallavolo Molfetta, la sua seconda casa è stata il Consorzio Vero Volley Monza, top team della massima serie maschile e femminile.

"Sinceramente fino a pochi anni fa non mi sarei mai aspettato di poter essere preso in considerazione per tali eventi, che tra l'altro devono essere commentati quasi integralmente in inglese, ma spero di essere stato all'altezza di una manifestazione di portata mondiale - continua - Per il resto sono felicissimo che almeno una delle due finali sia stata vinta da una squadra Italiana, dopo una partita non adatta ai cardiopatici".

A Verona, il Trento si inchina allo Zaksa Kedzierzyn-Kozle, ma Conegliano batte Vafibank Istanbul al termine di un tie break memorabile. E lo fa grazie al suo opposto Paola Egonu, quaranta punti sul tabellino. E un selfie con lo speaker che viene da Molfetta e conquista l'Italia e l'Europa.

Lascia il tuo commento
commenti