La presentazione della guida tecnica

Francesco Valente è il nuovo allenatore della Pallavolo Molfetta

“Credo che Molfetta rappresenti per me una seconda casa. Ho vissuto anni bellissimi da atleta vincendo il campionato di B1 e allenando due anni il settore giovanile e la serie C maschile"

Volley
Molfetta lunedì 14 settembre 2020
di La Redazione
Francesco Valente
Francesco Valente © n.c.

“Molfetta, come città e come piazza, ha bisogno di una squadra che lotta e che abbia un grande cuore”, così si presenta il nuovo allenatore della Pallavolo Molfetta, Francesco Valente, per tutti Ciccio.

Gran conoscitore del campionato di serie B, vissuto sia da atleta che da allenatore, Ciccio Valente, classe 1975, si appresta a cominciare il terzo capitolo della sua carriera al PalaPoli.

“Credo che Molfetta rappresenti per me una seconda casa. Ho vissuto anni bellissimi da atleta vincendo il campionato di B1 e allenando due anni il settore giovanile e la serie C maschile. Quando mi hanno contattato non ho esitato a dire no: con la società condividiamo stesse idee, stessi progetti”, le parole del neo tecnico dei biancorossi.

Idee e progetti da portare nel girone I della prossima serie B. “La B è un campionato duro, le squadre pugliesi sono sempre ben attrezzate, con Casarano e Leverano che possono tranquillamente puntare alla promozione – il commento di Ciccio Valente – Il nostro obiettivo deve essere migliorarci costantemente e per fare questo dobbiamo lavorare a pieno ritmo, con la giusta mentalità in palestra. La nostra arma sarà il gruppo, non abbiamo pressioni ma voglia di emergere e sono contento che la società mi ha affidato una squadra di talenti della zona che hanno fame. Allenare Molfetta, una società che è un esempio di come fare pallavolo in Puglia, per me è un onore”.

Da sempre esempio di grinta in campo e in panchina, la Pallavolo Molfetta ufficializza la sua guida tecnica. Contestualmente saluta e ringrazia Leonardo Sportelli, allenatore della passata stagione, al quale augura un brillante prosieguo di carriera.

Lascia il tuo commento
commenti