Molfetta - giovedì 04 febbraio 2016 Attualità

In quella giornata saranno sospese tutte le messe in diocesi.

Il 20 febbraio la “prima” di Monsignor Cornacchia. Tutte le informazioni

Si comincerà alle 17.30

Il cerimoniale dell'insediamento del vescovo
Il cerimoniale dell'insediamento del vescovo © n.c.
di La redazione

Tutto pronto ormai per uno dei momenti più attesi dalla comunità. Sabato 20 febbraio Domenico Cornacchia, fresco di nomina a nuove vescovo della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi, inizierà concretamente il suo ministero episcopale. L’ufficio Comunicazioni sociali, in vista di questo momento, ha reso note le modalità del cerimoniale.

Alle 17.30 l’autovettura di rappresentanza del Comune di Molfetta, scortata da una staffetta motociclistica composta da cinque vigili urbani in uniforme da cerimonia, si troverà dinanzi al portone d’ingresso del Seminario regionale per prelevare il vescovo e condurlo in corso Dante, davanti al sagrato della Chiesa del Purgatorio. Insieme al vescovo, prenderà posto sull’autovettura l’amministratore diocesano e il segretario particolare.

Il corteo percorrerà viale Pio XI, via P.L. da Palestrina, via Giovinazzo, via Ten. Fiorino, piazza Garibaldi, corso Dante, mentre nel frattempo, dalle 17.30, le autorità civili e militari avranno preso posto davanti al sagrato della Chiesa del Purgatorio.

Giunto davanti alla Chiesa del Purgatorio, il vescovo scenderà dall’autovettura e bacerà la terra. Quindi sarà accolto dalla sindaco di Molfetta, che lo inviterà a salire sul sagrato della Chiesa per salutare i sindaci di Ruvo, Giovinazzo, Terlizzi e prendere posto sulla poltrona. Terminate le presentazioni, il sindaco di Molfetta rivolgerà il saluto al vescovo a nome degli altri sindaci e delle cittadinanze. Subito dopo, anche il vescovo prenderà la parola per rispondere al saluto ricevuto.

Concluso il suo discorso, il vescovo riceverà gli onori militari da un picchetto di marinai della Capitaneria di Porto di Molfetta. Poi, mentre le autorità, precedute dai gonfaloni delle città, e i fedeli tutti prenderanno posto in Cattedrale, Mons. Cornacchia, i sacerdoti e i diaconi si recheranno nella cappella del Seminario vescovile per assumere le vesti sacre per la celebrazione. Per la concelebrazione è necessario che ciascuno, sacerdote o diacono, provveda al camice e alla stola bianca. I sacerdoti, inoltre, indosseranno le casule bianche disponibili.

Quando tutto sarà pronto, avrà inizio la processione d’ingresso che dal Seminario vescovile giungerà alla Cattedrale. Sulla porta della Cattedrale, il vescovo prima bacerà il crocifisso che ricevràe da Mons. Francesco Gadaleta, arcidiacono del capitolo cattedrale, poi gli stipiti della porta della misericordia. Subito dopo accoglierà l’aspersorio per segnare se stesso e aspergere l’assemblea.

La celebrazione in Cattedrale sarà animata dal coro diocesano diretto dal Maestro Lucia De Bari. Il servizio liturgico sarà svolto dai seminaristi.
Entrati in Cattedrale, mentre il coro diocesano eseguirà l’Inno del Giubileo, i concelebranti raggiungeranno l’altare per fare l’inchino di riverenza e baciare la mensa e prendere posto negli stalli del coro.

Il Vescovo giunto sul presbiterio, bacerà e incenserà l’altare; poi dal centro del presbiterio, dove sarà collocato il faldistorio, darà inizio alla celebrazione con la formula liturgica prescritta. Dopo il saluto liturgico consegnerà al cancelliere della curia la lettera apostolica che verrà letta davanti all’assemblea. A conclusione della lettura, con la formula disposta, l’amministratore diocesano darà l’annuncio dell’insediamento.

Il Vescovo salirà alla cattedra e si siederà; il coro diocesano eseguirà il canto Ecce sacerdos magnus. Terminato il canto, Mons. Ignazio de Gioia, a nome del clero e del popolo, dichiarerà la disponibilità a sentire e a operare in comunione cum Episcopo. Quindi la celebrazione eucaristica procederà nel modo solito.

All’interno della celebrazione, le parti della III prece eucaristica - comuni ai concelebranti - saranno recitate a bassa voce sì da distinguersi nettamente la voce del Vescovo che presiede l’Eucaristia.

La comunione sarà fatta per intinzione. All’altare si accederà per quattro. Prima di accostarsi all’Eucaristia ci si genufletterà.

Dopo l'orazione finale, un rappresentante del laicato, Francesca Pisani, rivolgerà l’indirizzo di saluto a nome della chiesa diocesana. A seguire verrà letto e firmato il verbale della presa di possesso.

Terminata la celebrazione, i sacerdoti, i diaconi e i seminaristi raggiungeranno l’aula magna del seminario vescovile, mentre il vescovo si fermerà ai piedi del presbiterio per salutare i sindaci, le altre autorità e i fedeli.

Nel pomeriggio di sabato 20 febbraio saranno sospese tutte le messe in diocesi.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
{ "items": [{ "data_inizio": "2015/05/18", "data_fine": "2015/05/30", "immagine": "https://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Molfetta/cornice/img/erika-cornice.jpg", "immagine_mobile": "", "href_immagine": "http://www.erikacormio.it", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#fff", "top":"170" }, { "data_inizio": "2016/03/01", "data_fine": "2016/03/16", "immagine": "https://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/img/ist-skin.jpg", "immagine_mobile": "https://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Corato/cornice/img/ist-mobile.gif", "href_immagine": "https://www.facebook.com/ISTdiPerrucciAlessandro/?fref=ts", "attivo":"si", "colore_sfondo":"#fff", "top":"150" }] } { "items": [ { "data_inizio": "2016/02/09", "data_fine": "2016/02/24", "immagine": "https://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Bitonto/prenews/zero-prenews.jpg", "immagine_mobile": "https://livenetwork.blob.core.windows.net/skinoverlay/Bitonto/prenews/zero-mobile.jpg", "href_immagine": "https://www.facebook.com/ZeroPi%C3%B9-Terlizzi-770879663021012/?ref=ts&fref=ts", "attivo":"si" } ] }
Chiudi Non visualizzare di nuovo