"Da tre anni ci battiamo contro lo scarico a mare del depuratore"

Torre Calderina, sospesa la VIA per la condotta sottomarina: soddisfatti gli attivisti 5 Stelle

La decisione arriva dalla Città Metropolitana

Attualità
Molfetta giovedì 03 marzo 2016
di La redazione
Torre Calderina © n.c.

Sospesa la valutazione di impatto ambientale per la realizzazione di una condotta sottomarina di scarico del depuratore di torre Calderina. E la decisione, frutto del volere della Città Metropolitana, soddisfa non poco gli attivisti del M5S “Molfetta in MoVimento”.

Ritorniamo per l’ennesima volta – scrivono – sull’argomento relativo allo scarico a mare del depuratore, per il quale come attivisti da 3 anni ci battiamo, in particolare contro l’insensato progetto di costruzione di una condotta sottomarina di scarico. Per chi ancora non lo sapesse, la società AQP ha progettato un tubo lungo circa 3 km che dovrebbe convogliare in un unico punto gli scarichi fognari di 5 città (Molfetta, Bisceglia, Terlizzi, Ruvo e Corato), per un totale di oltre 60mila tonnellate al giorno.

Si riuscirebbe così nella fantastica impresa di distruggere in un sol colpo l’habitat naturale sia dell’oasi di Torre Calderina che del mare antistante la nostra costa. Per inciso, i depuratori interessati non funzionano correttamente e la realizzazione della condotta costerebbe alcune decine di milioni di euro di soldi pubblici”
.

Gli attivisti raccontano quanto fatto in questi tre anni, a partire dalle istanze al sindaco, sino all’inoltro di richieste di accesso agli atti, passando, tra le altre cose, per l’organizzazione di incontri con i consiglieri regionali e per il prelievo di campioni d’acqua di scarico, fatti poi analizzare.

Noi – concludono – diciamo da 3 anni che in primo luogo il depuratore deve depurare e non scaricare le acque luride in mare così come vengono raccolte. Una volta che l’impianto produce acqua pulita, è stupido poi buttarla via quando può essere recuperata e messa gratuitamente a disposizione degli agricoltori. La sospensione della procedura di VIA è un nostro grande successo, ne siamo orgogliosi e siamo grati agli attivisti di Bisceglie, Terlizzi, Ruvo e Corato che con noi hanno collaborato”.

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette