Molfetta - mercoledì 11 gennaio 2017 Attualità

La nota stampa

Capodanno, il comitato di quartiere Piazza Paradiso: "Ci è mancata un'iniziativa nel quartiere"

"Il conto dei danni più leggero di anni fa. Ringraziamo le forze dell'ordine"

Piazza Paradiso © n.c.
di La Redazione

Riceviamo e pubblichiamo la nota del comitato di quartiere di piazza Paradiso che traccia un bilancio della questione botti nel periodo di Natale e Capodanno.

Dopo tanto scrivere e parlare "di" e "su" Piazza Paradiso nei giorni di Capodanno da parte di tanti, ora, scioltasi la neve, avvertiamo l'esigenza di dire la nostra, come comitato di quartiere riunitosi qualche sera fa in un'assemblea lunga, partecipata e difficile, come ogni assemblea post – Capodanno.

La prima assemblea dell’anno è quella in cui si fa il racconto dei fatti e il conto dei danni, un conto che quest'anno, da quanto emerso dalle testimonianze di quanti hanno partecipato all'assemblea, sembra essere fortunatamente più leggero di anni fa.

Si tratta di assemblee faticose perché faticose sono la partecipazione continua e la comprensione dal vivo tra persone, del faccia a faccia tra le tante diversità presenti in un quartiere.

Si tratta di un esercizio di cittadinanza a volte molto complicato, più faticoso e sicuramente meno facile di un proclama strumentale a mezzo stampa, di un "mi piace" su Facebook, di foto e video ripresi da cavalieri improvvisati per alimentare la "corrida" su piazza Paradiso e piazza Immacolata ogni anno in questo periodo.

Innanzitutto, avvertiamo l'esigenza di ringraziare le forze dell'ordine che in tutto questo periodo si sono adoperate per garantire il più possibile l'incolumità del quartiere e auspichiamo che quanti hanno commesso ancora una volta atti dannosi per il quartiere, per il bene pubblico e per il decoro urbano, siano perseguiti nelle sedi opportune.

Solleciteremo le istituzioni, che hanno assicurato la piena funzionalità delle telecamere, a utilizzare i filmati per rilevare eventuali reati e perseguirli, senza indugio.

Riguardo alla notte di Capodanno è evidente che la mancata organizzazione da parte dell'Istituzione comunale di un'iniziativa culturale che riempisse e occupasse la piazza e l'intero quartiere – come è stato positivamente fatto nei tre anni passati – ha creato un vuoto che ognuno da più parti ha cercato di colmare come ha potuto, anche con una iniziativa privata.

Riteniamo ci sia stata una sottovalutazione da parte del Comune di quanto simbolicamente, e non solo, sia stata importante l'iniziativa dei concerti a Capodanno negli anni passati. Si è interrotta una piccola e "giovane" tradizione che speriamo sia ripresa quanto prima.

È questa mancanza che oggi teniamo a sottolineare e che auspichiamo non diventi abituale dimenticanza di altre esigenze che il quartiere avverte durante il resto dell'anno.

Questo comitato ha già più volte avuto modo di sottoporre in modo ufficiale e formale all'ente comunale le sue esigenze: maggiore frequenza delle manutenzioni del verde e della pulizia delle strade, anche con l'utilizzo di unità dei Cantieri sociali; maggiore controllo da parte della Polizia locale e utilizzo di sistemi di videosorveglianza; avvio quanto prima della raccolta porta a porta e maggiore assiduità nelle piccole manutenzioni stradali.

Sono queste alcune delle necessità che un quartiere da sempre vitale vuole riproporre all'attenzione della città e delle istituzioni, sperando che si punti sempre più sulle occasioni di socializzazione. Sono queste alcune riflessioni che vogliamo condividere con la città come comitato storicamente sempre attivo, anche se a volte tra alti e bassi, poiché non siamo "professionisti" pagati ma volontari che provano tutto l'anno – e non solo a Capodanno – a fare qualcosa di utile per il proprio quartiere.

Ora è giunto il tempo di  iniziare nuovi propositi e nuove organizzazioni per l’anno 2017: abbiamo bisogno di una comunanza di intenti e di nuovi soldati per iniziare la nostra piccola battaglia contro il degrado e il disinteresse. Inizieremo dalle scuole, ripartiremo dalle feste di quartiere, ci faremo sentire con interventi di partecipazione e socialità. Noi amiamo il nostro quartiere, non molleremo e ci faremo ascoltare. Buon anno nuovo a tutti.

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo