Si accende il dibattito

La questione muraglia arriva in Consiglio Comunale

Il sindaco risponde all'interpellanza del consigliere Gianni Porta

Politica
Molfetta lunedì 13 novembre 2017
di La Redazione
Consiglio comunale
Consiglio comunale © molfettalive.it

La questione muraglia arriva in Consiglio Comunale, dove il sindaco Tommaso Minervini prende parola e giustifica l’ordinanza emanata in estate, che tanto ha fatto e sta facendo discutere.

“Si tratta di un provvedimento necessario la cui scadenza (31 dicembre, ndr) è scritta sulla stessa ordinanza – precisa in apertura il primo cittadino - Ho ricevuto foto in cui si documenta che sulla muraglia venivano espletati atti non consoni a comportamenti civili tra cui anche bisogni fisiologici. Ho inoltre ricevuto foto di ragazzi che camminavano sul cornicione, rischiando la vita. E’ venuta fuori una polemica, ma credo sia stato obbligato l’intervento pubblico. Era necessario che questo dibattito si aprisse, conservare un bene pubblico significa anche far comprendere i comportamenti civili da adottare, il rispetto dei canoni di legalità e correttezza. Un miglioramento in tal senso si è avuto, principalmente sulla strada pensile, mentre nella parte bassa della muraglia, sulle scale, sono state ritrovate bottiglie ed escrementi umani. Ricordo poi che l’intervento in tali casi è di esclusiva competenza del sindaco”.

Queste le parole di Minervini, a cui risponde Porta, che aveva avviato l’interpellanza sul tema.

“Nel fascicolo dell’ordinanza non ho trovato una foto, né delle denuncie, né esposti circostanziati. Ritengo che l’ordinanza sia stata scritta e adottata in modo capotico e senza fondate motivazioni – apre il consigliare dell’opposizione di sinistra – è stata presa una decisione non legittimamente fondata, di cui non abbiamo motivi. Abbiamo carte che non sappiamo cosa legittimino e cosa giustifichino. Mi auguro che ci siano cittadini che abbiano la stessa fortuna che ha avuto il referente del comitato di quartiere del centro storico perché situazioni di quel tipo avvengono anche in altre vie, giardini e pubbliche piazze. Speriamo che ci siano provvedimenti sui fatti scabrosi da lei elencati con l’intervento dell’Assessorato delle tecnologie della smart city.”

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • salvatore Azzollini ha scritto il 14 novembre 2017 alle 09:56 :

    forse spinto dal Ristorante o dai residenti , ci sono delle intemperanze ma si esagera nel NON far transitare i cittadini che vanno per ammirare il panorama, si cerchi di evitare le intemperanze ma NON si vieti la circolazione (che da centinaia di anni) ai cittadini che sono i VERI PROPRIETARI Rispondi a salvatore Azzollini

Le più commentate
Le più lette