Ieri sera

Assemblea territoriale di "Potere al popolo", ecco i candidati

Proposta di candidatura al collegio uninominale della Camera dei Deputati per Teresa Racanati

Politica
Molfetta venerdì 12 gennaio 2018
di La Redazione
L'assemblea di Potere al popolo. In prima fila Teresa Racanati
L'assemblea di Potere al popolo. In prima fila Teresa Racanati © Potere al popolo

Ieri sera a Molfetta presso la Fabbrica S. Domenico si è tenuta l’assemblea territoriale di Potere al Popolo del Collegio n. 3 della Camera dei deputati per decidere i candidati alle prossime elezioni politiche.

Con una nutrita partecipazione di militanti e cittadini dei comuni di Bisceglie, Corato, Giovinazzo, Molfetta, Ruvo e Terlizzi è nato anche a Molfetta il percorso di Potere al Popolo, partito a metà novembre e che ha visto in poche settimane più di 200 assemblee in tutta Italia con tanti giovani, tante donne, tanti lavoratori, di diverse nazionalità, tanti movimenti di lotta per i diritti sociali, per la tutela dei territori, contro le discriminazioni di ogni genere.

Dopo gli incontri provinciali è arrivato il momento anche nel collegio di Molfetta, il momento di parlare, incontrarsi, coinvolgere e decidere dal basso chi rappresenterà Potere al Popolo. L'incontro ha permesso di stabilire la proposta di candidatura al collegio uninominale della Camera dei Deputati di Teresa Racanati e i delegati per le assemblee provinciale e regionale che determineranno i candidati nei collegi plurinominali, dove sono emerse le candidature di Pasquale De Candia per la Camera e Beppe Zanna per il Senato.

I delegati individuati sono Gabriele Vilardi, Gianni Porta, Giulio Bufo (Molfetta); Giuseppe Balducci, Titti d'Addabbo (Corato); Pierdomenico Di Terlizzi (Ruvo), oltre a Beppe Zanna (Molfetta) e Maurizio Parisi (Bisceglie) come supplenti

"Ancor di più Potere al Popolo - recita il comunicato dei promotori - diventa strumento attraverso cui il mondo sociale e politico che guarda a sinistra può ritrovare una casa comune e coerente nelle parole e nelle pratiche, per dare voce a quel pezzo di paese escluso, partendo dal basso, da una rete di assemblee territoriali in cui ci si possa incontrare, conoscere, unire, definire i nostri obiettivi in un programma condiviso.

Non abbiamo timore di fallire, perché continueremo a fare – prima, durante e dopo l’appuntamento elettorale – quello che abbiamo sempre fatto: essere attivi sui nostri territori. Perché ogni relazione costruita, ogni vertenza che avrà acquisito visibilità e consenso, ogni persona strappata all’apatia e alla rassegnazione per noi sono già una vittoria. Non stiamo semplicemente costruendo una lista, ma un movimento popolare che lavori per un’alternativa di società ben oltre le elezioni.

Insieme possiamo rimettere il potere nelle mani del popolo, possiamo cominciare a decidere delle nostre vite e delle nostre comunità".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • vincenzo.porcelli ha scritto il 12 gennaio 2018 alle 13:28 :

    in verità alla bella assemblea di Potere al Popolo di ieri sera è emersa anche la candidatura di Vincenzo Porcelli. perchè non se ne fa menzione? che fine ha fatto'.. lo scrivo giusto per capire i meccanismi ed essere chiaro e trasparente Rispondi a vincenzo.porcelli

  • vincenzo porcelli ha scritto il 12 gennaio 2018 alle 13:07 :

    Sinceramente ieri ci e' stata anche la proposta di candudatura di Vincenzo Porceli, perche' non ne parlate? Rispondi a vincenzo porcelli

Le più commentate
Le più lette