Il weekend calcistico delle molfettesi

Molfetta Calcio contro Rutiglianese per difendere il terzo posto

Borgorosso ancora in piena lotta playoff, Molfetta Sportiva tenta l'allungo sul Taranto ultimo

Calcio
Molfetta domenica 19 marzo 2017
di Angelo Ciocia
Sabino Terrone, della Molfetta Calcio © n.c.

Due squadre in lotta playoff e altrettante relegate ai bassi fondi della classifica. Un mese alla fine dei campionati e tanta incertezza tra le fila delle quattro compagini calcistiche molfettesi.

In Eccellenza la Molfetta Sportiva 1917, penultima in classifica, deve conquistare i tre punti per sollevarsi e allontanare il Taranto ultimo in classifica.  L'avversario di turno per Vitale e compagni è l'Atletico Vieste, quinto in classifica e in piena lotta playoff, compagine molto ostica tra le mura amiche.

In Promozione il sogno Molfetta Calcio non vuole fermarsi sul più bello. La prima, delle quattro finali, per bomber Terrone e compagni è tra le mura amiche del Paolo Poli. L'avversario di turno è la Rinascita Rutiglianese. I biancorossi, al loro primo campionato nella seconda serie regionale, vantano un terzo posto tanto inaspettato in estate, quanto meritato sino ad oggi. I tre punti sarebbero linfa vitale per alimentare quel sogno chiamato playoff, ormai quasi raggiunto.

Destini opposti in Prima Categoria. La Borgorosso Molfetta, quarta in classifica e in piena lotta playoff, affronta lo Sporting Apricena, che naviga in acqua tranquille della classifica. Per il team di mister Patruno vincere, tra le mura amiche del Petrone, è fondamentale per mantenere il ritmo delle prime della classe, che non accennano a mollare.

Tra le prima delle classe vi è anche il Celle San Vito. Il team dauno, terzo in graduatoria, affronta la Virtus Molfetta, ultima in classifica. I molfettesi di mister Mininni sono costretti a non sfruttare il fattore campo; il match si giocherà allo stadio comunale di Terlizzi, vista la concomitanza tra le due compagini molfettesi in Prima Categoria. Il  match, autentico testa-coda, sulla carta non ha storia, ma si sa la classifica, specie nelle ultime giornate conta poco. Per la Virtus non è l'ultima spiaggia, ma i 3 punti sono fondamentali per agguantare, almeno, i playout.

La parola spetta al campo. Quattro match, quattro obiettivi, quattro destini. Tutto in novanta minuti.

Lascia il tuo commento