La collaborazione durerà tre anni

Antiracket e Università si tendono la mano

Accordo siglato con il rettore Uricchio. Intanto sono stati resi pubblici i destinatati del Premio Legalità

Attualità
Molfetta venerdì 26 agosto 2016
di La Redazione
Renato De Scisciolo
Renato De Scisciolo © n. c.

La sezione molfettese della Fai (Federazione antiracket italiana) annuncia l’accordo con l’Università di Bari e il “Premio Legalità”

Il presidente Renato De Scisciolo, infatti, ha sottoscritto assieme al rettore dell’Università di Bari Antonio Felice Uricchio un accordo di collaborazione della durata di tre anni, impegnandosi a stilare e realizzare una programmazione di attività di formazione, studio, ricerca e diffusione di informazioni in merito a temi di comune interesse.

Il comitato di gestione della Fai sarà composto dal presidente De Scisciolo, dal vicepresidente Roberto De Blasio e dal responsabile dell’ufficio legale, Maurizio Altomare e Marco Di Bartolomeo  che forniranno la propria competenza, esperienza e professionalità per la realizzazione di seminari, convegni e stage formativi rivolti a studenti e laureati.

È lo stesso presidente ad annunciare l’appuntamento con il “Premio per la Legalità”, giunto alla sua V edizione, nel mese di ottobre presso la città di Molfetta, rivelando i nomi dei premiati: il sostituto Procuratore della Repubblica di Bari e DDA, Patrizia Rautiis; il dirigente della Squadra Mobile di Bari, Luigi Rinella; l’Istituto di Istruzione Superiore “Mons. Antonio Bello” di Molfetta.

Il “Premio per la Legalità”, si precisa, godrà  del patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Regione Puglia e del Comune di Molfetta.

Lascia il tuo commento
commenti