Calcio: al Poli torna l'affascinante derby Molfetta-Bisceglie

Spogliatoio carico e tifoserie in attesa trepidante. Match sentito da entrambe le parti.

Calcio
Molfetta domenica 07 gennaio 2007
di Salvatore Altomare
© MolfettaLive.it

Sarà derby infuocato quello che questo pomeriggio vedrà di fronte due rivalissime dell'Adriatico, il Molfetta guidato da mister Di Giovanni e il Bisceglie allenato da Ferrante. Un match dal fascino antico che rievoca ricordi incancellabili ed emozioni uniche.

Emozioni che il pubblico di casa spera di tornare a rivivere quest'oggi sul terreno di un “P.Poli” finora non all'altezza del proprio nome e che ci si augura possa registrare numeri da altri tempi.

Le squadre vivono questo derby in maniera molto sentita. Le tifoserie sembrano non attendere altro. La posta in palio non è da poco: il Bisceglie, reduce dalla vittoria con l'Ostuni, punta a rientrare in corsa per la zona play-off, mentre il Molfetta prova ad incrementare il bottino che lo separa da una valida e difficile concorrente, oltre a sperare in qualche passo falso di chi lo precede.

Senza poi considerare la tradizionale rivalità calcistica tra le due formazioni, la voglia di riscattare la gara d'andata persa 2 a 1 e il desiderio di confermarsi protagonisti. Una gara ricca di motivazioni che potrebbe regalare al pubblico presente un pomeriggio da ricordare.

Le due compagini annoverano nelle rispettive rose atleti tecnicamente di rilievo. Il Bisceglie è squadra più esperta, attrezzata per importanti obiettivi, dotata di calciatori che calcano i terreni di questa categoria da più tempo e quindi di tutto rispetto. Gusmai, Landi,  Pasculli, Candita, Montecasino, Di Pinto (il più pericoloso all'andata), Tizaoui sono tutti calciatori dalla carriera rispettabile, oltre che gente dalle qualità tecniche conosciute.

Molfetta, però, ha dimostrato dal canto suo di meritare le posizioni alte della classifica, ha confermato giornata dopo giornata che i risultati di questo gruppo sono frutto del lavoro e delle qualità di quelli che lo compongono, quindi non solo della fortuna. Per questo pomeriggio importantissime saranno le assenze del finora ottimo Tridente e del fantasista D'Aloja.

Per far fronte a queste deferenze, mister Di Giovanni dovrà fare di necessità virtù. Dalle indicazioni emerse in allenamento è probabile che a sostituire il centrale di difesa molfettese ci sarà l'arretramento di Carlucci che ha già rivestito quel ruolo in passato; mentre a centrocampo Di Bari e L.D'Alessandro andranno a formare la inedita coppia centrale.

In attacco, invece, qualora Paparella non dovesse farcela, a causa dell'influenza che lo ha fermato in settimana, al fianco di Uva scenderebbe Lobascio. Una soluzione iniziale questa con la quale non si vuole alterare l'ormai collaudato e più affidabile assetto tattico e che in corso di partita potrebbe subire anche delle variazioni, come l'impiego delle tre punte.

In città l'aria di derby si respira già da giorni. Pare che la tifoseria locale stia organizzando una coreografia per i propri beniamini, mentre sulla sponda biscegliese si prevede un significativo esodo di tifosi al seguito. Naturalmente ci si augura che non vi siano episodi di violenza e che tutto si svolga con ordine.

Il presidente De Nicolò ha indetto per questo pomeriggio la giornata pro-Molfetta e quindi abbonamenti e accrediti saranno invalidati all'ingresso.

Lascia il tuo commento
commenti