Storie natalizie

Mauro e i suoi presepi che diventano scrigni

Una passione di sempre, capolavori usabili tutto l'anno come mobili, e come presepi nel periodo natalizio

Attualità
Molfetta venerdì 24 dicembre 2021
di La Redazione
I presepi di Mauro Petruzzella
I presepi di Mauro Petruzzella © Molfettalive.it

Il Natale è una festa di amore e passione. Un percorso che per alcuni non si limita semplicemente ai giorni di dicembre, ma che parte da lontano e si costruisce con il lavoro e la voglia di creare. Su questo, si fonda l’attività portata avanti da Mauro Petruzzella, amante del modellismo e creatore di originali presepi, realizzati interamente a mano e incastonati in uno scrigno, prodotto anche questo dalle sue sapienti lavorazioni.

“Questa passione nasce grazie ad un amico – ci racconta – Sono quasi cinquant’anni che faccio modellismo e ho deciso di cominciare a realizzare questi presepi. In realtà più che di un presepe, a me piace parlare di un mobile”. È infatti questo il segreto della sua creatura: la possibilità di conservare il presepe tutto l’anno nella propria casa. Si tratta di un baule chiuso, che può essere utilizzato in vario modo e da aprire durante le festività: “Proprio per questo – prosegue Mauro – la gente resta sbalordita. Si vede prima un mobile particolare e poi si scopre un lavoro certosino, una volta aperto”.

Magia allo stato puro, la sapienza di mani esperte mescolata all’entusiasmo di un bimbo, lo stupore eterno di chi ama il Natale, adora le tradizioni e le tramanda così: con un tocco di genialità e semplicità. Anche se di semplice, in queste realizzazioni, c’è davvero poco.

Per arrivare alla realizzazione di questo piccolo gioiello, infatti, bisogna impegnarsi duramente e servono due ingredienti fondamentali: “Tempo e pazienza. Tanta pazienza. Per ultimare un presepe a volte ci vogliono anche mesi. Bisogna avere conoscenze di falegnameria, elettricità e meccanica. Infatti anche le cerniere e i led sono tutti sistemati da me”.

Un lavoro di precisione assoluta, attenzione maniacale per ogni dettaglio. E una passione smisurata per illuminare in maniera originale il Natale e sentirlo con evidenza tutti i giorni dell’anno. “Mettermi al lavoro sui presepi mi rilassa – ci confessa Mauro – Ormai è quasi un gioco, un divertimento. Chiudermi nel mio laboratorio mi riempie e mi regala una giornata diversa”. È questo il messaggio finale che ci lascia Mauro, attraverso il suo amore per l’arte fatta a mano, per la tradizione che diventa scultura. Piccoli grandi capolavori che non a caso sono stati super apprezzati da amici e conoscenti di ogni parte. Perché certa bellezza non conosce tempo né spazio. Si propaga, si diffonde, è sentimento purissimo.

Lascia il tuo commento
commenti