Le News
Premiata dal Ministero questa ulteriore progettualità di Molfetta che aveva presentato il “Progetto Parco Lama Martina. Attivazione del Parco della Lama e sua integrazione con il tessuto urbano consolidato”,

Dal PNRR finanziamenti per il parco naturale Lama Martina

"L’ambiente, il verde con l’amore ed il coraggio dei fatti concreti. Questi i segni concreti del miglioramento della qualità della vita di Molfetta che chiediamo di non interrompere"

Attualità
Molfetta martedì 03 maggio 2022
di La Redazione

Finanziamenti PNRR per la realizzazione del parco di Lama Martina

Le parole di Tommaso Minervini
Tommaso Minervini
Tommaso Minervini © n.c.

E così dopo decenni di parole Lama Martina diventerà un vero e proprio Parco naturale in pieno territorio urbano. Una unicità per Molfetta e per l’intera regione, con interventi per 3.700.000,00 di euro. Premiata dal Ministero questa ulteriore progettualità di Molfetta che aveva presentato il “Progetto Parco Lama Martina. Attivazione del Parco della Lama e sua integrazione con il tessuto urbano consolidato”, nell’ambito del bando nazionale “Piani Integrati, BEI, Fondo dei fondi - M5C2 – Intervento 2.2 b)” del PNRR promosso dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali. Molfetta aveva presentato la sua proposta insieme con gli altri comuni della Città metropolitana.

Il progetto di greening urbano prevede lo sviluppo di percorsi ciclo-pedonali sterrati, per oltre 4 km. Questo reticolo di infrastrutture verdi consentirà lo spostamento urbano senza l'attraversamento di strade carrabili; il recupero e la rifunzionalizzazione degli immobili e degli elementi antropici esistenti ("pagghiar", "casine", muri a secco e costruzioni rupestri). Parte di questi immobili, quelli con un valore storico, verranno recuperati salvaguardandone la ricostruzione con idonei materiali. Alcuni immobili saranno predisposti alla ricezione ricreativo-turistica, e verranno riqualificati.

Previsto dal progetto anche l’inserimento di elementi indicatori e piccole infrastrutture (indicatori dei percorsi, indicatori didattici, aree di sosta con panchine, strutture rifugio, cartelli segnalatori, staccionate di separazione, aree di fitness all'aperto); l’eliminazione degli elementi cementizi inutili al contesto (viali, piccole strutture); la rifunzionalizzazione di aree libere, interne alla lama, da destinare alla coltivazione di orti urbani e orti didattici; la piantumazione con inserimento di nuova flora autoctona.

Nell’ambito dello stesso progetto sarà anche realizzato un attraversamento interrato con un sottopasso ciclo-pedonale, da realizzare con la tecnica del "pipe ramming". Il tutto sarà realizzato riducendo al minimo l'uso del calcestruzzo e creando pendii naturali. E poi marciapiedi, creati con materiale drenante, a ridosso delle villette a schiera già presenti e un sistema di allerta idrometeorologico che consenta il deflusso delle acque di ruscellamento superficiale verso il mare durante le precipitazioni e le alluvioni.

Il progetto ora passa alla fase esecutiva in concerto con le associazioni e gli abitanti del lungo lama e dovrà essere rendicontato come tutti i finanziamenti PNRR  entro il 2026, per questo è necessario evitare tempi morti.

L’ambiente, il verde con l’amore ed il coraggio dei fatti concreti. Questi i segni concreti del miglioramento della qualità della vita di Molfetta che chiediamo di non interrompere.

Lascia il tuo commento
commenti