L’Avis e il mondo dei giovani

La Festa della matricola del giovane donatore all’ITET “G. Salvemini” di Molfetta

Durante l’evento sono intervenuti il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, il presidente Avis Molfetta, Giacomo Giancaspro e la dirigente del centro trasfusionale di Molfetta, la dottoressa Angela Iannone

Attualità
Molfetta sabato 28 maggio 2022
di La Redazione
La Festa della matricola del giovane donatore all’ITET “G. Salvemini” di Molfetta
La Festa della matricola del giovane donatore all’ITET “G. Salvemini” di Molfetta © n.c.

Avvicinare i ragazzi al mondo della donazione di sangue per maturare consapevolezza su un gesto semplice, ma di estrema importanza per salvare vite umane. Continua in questa direzione l’impegno dell’associazione “Avis”, sezione di Molfetta. Lo dimostra la manifestazione che si è svolta nella palestra scoperta dell’ITET “G. Salvemini” per la consegna degli attestati ai donatori degli istituti superiori molfettesi. Durante l’evento sono intervenuti il sindaco di Molfetta, Tommaso Minervini, il presidente Avis Molfetta, Giacomo Giancaspro e la dirigente del centro trasfusionale di Molfetta, la dottoressa Angela Iannone.

«Donare sangue significa non solo fare del bene al prossimo – ha dichiarato il primo cittadino – ma anche trovare il proprio equilibrio psicofisico».

Sulla stessa lunghezza d’onda le parole del presidente Giancaspro.

«Ringrazio tutti coloro che hanno scelto di donare il proprio tempo e il proprio sangue – ha affermato – perché hanno contribuito al benessere di chi ne ha necessità».

L’augurio finale è spettato alla dottoressa Iannone.

«Spero di rivedervi tra dieci anni con molte donazioni effettuate – ha concluso – segno del vostro impegno e della vostra costanza come volontari».

Volontari delle nuove generazioni, d’esempio per il futuro.

 

Lascia il tuo commento
commenti