Il confronto con i Carabinieri

"Adolescenti, scuola e convivenza civile" se n'è parlato alla scuola media "Pascoli"

Venerdì 3 maggio l'incontro con il luogotenente Giuseppe Malerba

Attualità
Molfetta mercoledì 08 maggio 2019
di La Redazione
Il luogotenente Giuseppe Malerba
Il luogotenente Giuseppe Malerba © MolfettaLive.it

Il tema dell’educazione alla legalità costituisce da sempre un fondamento nella costruzione dell’identità di ogni alunno nella veste anche di cittadino; la scuola media Pascoli dell’IC Battisti-Pascoli, nella persona della Dirigente Analisia Vena, promuove azioni educative aventi per oggetto proprio la natura e la funzione delle regole nella vita sociale e nell’esercizio del diritto/dovere di essere cittadino.

Educare in una comunità scolastica vuol dire elaborare e diffondere la cultura della legalità intesa come acquisizione del senso di responsabilità, dell’impegno civile, del senso del bene comune attraverso il confronto con esperti esterni che aiutano a capire come la vita personale e sociale si fonda su un sistema di relazioni in cui la dignità, la libertà la solidarietà, una volta conquistate, non lo sono per sempre ma vanno perseguite di continuo e protette. Per rinforzare l’intervento educativo, per stimolare delle riflessioni e un confronto aperto alle tematiche vicine agli adolescenti, venerdì 3 maggio u.s. gli alunni delle classi seconde della SMS Pascoli hanno incontrato, nella Biblioteca della scuola, il Comandante della Compagnia dell’Arma dei Carabinieri di Molfetta, il luogotenente Giuseppe Malerba.

La conversazione è partita dalla presentazione della struttura dell’Arma dei Carabinieri, dei loro compiti e dei loro campi d’azione. Partendo da fatti reali di cronaca, il Comandante ha sollecitato l’interesse dei ragazzi che hanno collaborato attivamente alla discussione di temi quali l’uso corretto dei social, i pericoli di alcuni videogiochi, la sicurezza in rete e il bullismo. L’incontro ha raggiunto l’obiettivo di stimolare i ragazzi ad un diverso rapporto con questa forza dell’ordine come elemento attivo della realtà sociale. La scuola è la prima istituzione con cui l’individuo si confronta nel suo percorso di crescita e le prime leggi sono quelle scolastiche cosi l’ambiente della scuola diviene il contesto più adatto per sensibilizzare alla legalità e al comportamento civile ed etico. L’istituzione scolastica si fa modello di coesione sociale e integrazione delle differenze di lingua, cultura e religione.

Lascia il tuo commento
commenti