Le parola di Ida Maria Pansini, presidente del comitato feste patronali

Piazza Paradiso si prepara al Natale: chiesta l’organizzazione di un concerto

La piazza storicamente più vittima di botti e intemperanze chiede attenzione

Attualità
Molfetta lunedì 02 dicembre 2019
di Sabrina Spadavecchia
Piazza Paradiso
Piazza Paradiso © Molfettalive.it

Hanno richiesto la realizzazione di un concerto/evento in piazza. Vorrebbero un aumento dell’illuminazione natalizia. Piccole grandi cose che per i residenti nel quartiere di piazza Paradiso, mentre ci si avvicina a un periodo storicamente delicato come quello delle notti (e dei botti) di fine anno, vorrebbero dire molto.

Ciò che li lega al loro quartiere é un sentimento ambivalente, quasi un rapporto di odio e amore.

Nel corso degli anni si è sempre cercato di tutelare e proteggere questo quartiere, bersaglio di atti vandalici e inciviltà, soprattutto nel periodo natalizio.

Raccolta differenziata, strade interrotte e in cattivo stato che portano anche a problemi di parcheggio e illuminazione non sono le uniche problematiche che interessano Piazza Paradiso.

A ció bisogna aggiungere il problema del commercio di prossimità. Un tempo questo quartiere era il centro nevralgico del commercio, che ora risente un po' della crisi. Molti preferiscono il centro commericiale piuttosto che andare nel piccolo market sotto casa.

Tutti questi disagi sono al centro dell'interesse del comitato di quartiere, la cui portavoce è Ida Maria Pansini.

Il Comitato di quartiere Piazza Paradiso è nato nel 2004 e forse é il primo comitato nato a Molfetta. A partire da quel momento, l’avvocato Pansini, insieme ad altri residenti, ha cercato di collaborare con tutte le amministrazioni, per porre all'attenzione di queste le difficoltà del quartiere, di tenerlo sempre in considerazione, tutelarlo, perché. “Fa parte della città - sostiene - ed è uno dei centri storici in evoluzione subito dopo Molfetta Vecchia”.

Nonostante talvolta possa sembrare un po' critico, in realtà il comitato é molto collaborativo.

Nell'ultimo periodo il quartiere ha dovuto far fronte a diverse difficoltà e per questo il comitato ha protocollato una richiesta in cui si richiede l'attenzione dell'amministrazione per la manutenzione generale della zona. In particolare per quanto riguarda la sistemazione delle basole di pietra divelte e la disconnessione della pavimentazione stradale nelle diverse vie del quartiere, specialmente in alcune stradine. L'installazione della fibra ottica ha portato alla creazione di diverse buche e in più, molto spesso, alcune strade sono interrotte, causando problemi di parcheggio. È stato richiesto il potenziamento dell’illuminazione in tutto il quartiere, perché spesso non è sufficiente. In alcune strade le luci sono veramente fioche in quanto risalenti a un passato davvero remoto. Si richiede anche il ripristino del palo con le telecamere di sicurezza in piazza San Michele, così come la messa in sicurezza in tempi ristretti della base del vecchio palo; la manutenzione delle fontane e la riqualificazione di Piazza Immacolata.

“Facciamo delle piccole cose - prosegue la Pansini - che possono sembrare piccole ma in realtà sono davvero molto importanti”.

In questa richiesta c'è spazio anche per il Natale. Ogni anno i residenti sperano e si augurano che piazza Paradiso non venga mai lasciata sola, incustodita, per evitare i gravi danni provocati dai botti. “Abbiamo protocollato - conclude - una richiesta di organizzare un evento un po' come quello dell'anno scorso, quindi un concerto-evento. Abbiamo anche chiesto di ampliare l'illuminazione natalizia nelle strade del nostro quartiere, perché spesso si tende a concentrare l'illuminazione nelle strade principali.

Ci sono delle cose che si stanno muovendo qui nel quartiere”.

Dunque, per quanto riguarda gli eventi previsti per le imminenti festività natalizie e per il Capodanno, saranno forniti aggiornamenti.

Piazza Paradiso fa parte della città e ne rappresenta una parte importante che merita attenzione, cura, sostegno, protenzione. Piazza Paradiso merita di essere valorizzata e non trascurata, amata e non disprezzata, ascoltata e non ignorata. Tutto ciò, però, può avvenire soltanto con l'interesse, il dialogo e la collaborazione tra comitato di quartiere, amministrazione e residenti.

Il comitato ha preso per mano questo quartiere e lo sta aiutando a crescere, risollevarsi e rifiorire, ma per farlo ha bisogno soprattutto della fiducia e del buonsenso della gente che lo abita.

Lascia il tuo commento
commenti