Mercato criptovalutario: occhi puntati su Ethereum, Cardano e Bitcoin

Mercato criptovalutario: occhi puntati su Ethereum, Cardano e Bitcoin

​Il mercato delle criptovalute è in continua evoluzione e può risultare complicato stabilirne l'andamento, nel breve periodo. Alcuni token hanno mantenuto nel tempo il loro smalto pur tra alti e bassi

Contenuti Suggeriti
Molfetta giovedì 07 aprile 2022
di La Redazione
Mercato criptovalutario: occhi puntati su Ethereum, Cardano e Bitcoin
Mercato criptovalutario: occhi puntati su Ethereum, Cardano e Bitcoin © n.c.

Il mercato delle criptovalute è in continua evoluzione e può risultare anche molto complicato stabilirne l'andamento, specie nel breve periodo. C'è però da dire che alcuni token hanno mantenuto, nel tempo, il loro 'smalto' pur tra alti e bassi ed è il caso della storica Bitcoin, che tra progetti 2.0 e momenti di flessione resta sempre sotto i riflettori e l'occhio attento dei trader. E con essa, anche Ethereum, l'emblema degli smart contract, e Cardano, che si pone quasi immediatamente dopo le prime due. Prima di iniziare ad operare con le criptomonete occorre anche capire il funzionamento di blockchain e tecnologie di vecchia e nuova generazione.

Funzionamento delle criptovalute e piattaforme di trading

Come spiegato nella guida su come si investe sulle criptovalute realizzata dagli esperti di Investireinborsa.me, i crypto token si muovono in un ambiente virtuale e soprattutto decentralizzato che viene denominato blockchain. Ciò significa che non esiste un organo centrale da cui dipendono, come avviene per la moneta reale, il che si traduce in un doppio vantaggio. Da un lato il livello di sicurezza dei dati è più alto, dall'altro la svalutazione non avviene alla medesima maniera del denaro corrente.

Le tecnologie grazie alle quali la criptovaluta e i suoi gettoni (token) si muovono in questo ambiente, passando da un punto all'altro, si riassume in due modalità principali: la vecchia POW, ovvero proof of work che concede autorizzazioni automatizzate tra i nodi e la più recente (e spesso applicata alle versioni 2.0 di molte cripto) POS, o proof of stake che coinvolge i possessori stessi di token, con grande risparmio di energia.

Per operare con le criptovalute si possono utilizzare gli Exchange per acquisirle direttamente oppure le piattaforme di trading. Che si tratti di Cardano, Bitcoin o Ethereum, il suggerimento degli esperti è quello di orientarsi principalmente su queste ultime, in quanto trattasi di broker in possesso di regolare licenza e quindi più attendibili. Inoltre, si può negoziare con queste monete in più modi.

Investimenti con Bitcoin & company

Uno dei metodi più gettonati sui portali di trading è certamente il copy trading, che consente di individuare gli investitori più bravi e copiarli in tempo reale, visionando le loro strategie migliori anche con diverse criptovalute: anzi, gli esperti suggeriscono proprio di variare l'investimento dei propri capitali al fine di ottimizzare le possibilità di successo. Di sicuro, Bitcoin, Cardano ed Ethereum, come anche tante altre altcoin, hanno potenziali di tutto rispetto, specie considerando che gli investimenti iniziali possono essere minimi.

La volatilità dei token sul mercato, che potrebbe apparire come uno svantaggio, si traduce invece in una possibilità concreta di utilizzare al meglio i CFD, ossia i contratti per differenza: a seguito di studio attento del trend, si può azzardare una previsione nel breve periodo e impostare la cosiddetta posizione long (o rialzista) oppure short (o ribassista): basterà cogliere la tendenza giusta per avere un vantaggio.

I migliori broker, specie quelli specializzati in criptovalute, forniscono grafici e analisi tecniche che rappresentano segnali di trading spesso molto attendibili, sui quali il trader può basarsi per muoversi al meglio e prendere le decisioni tendenzialmente più corrette. Si può, ad esempio, acquistare la moneta e inserirla nel wallet (il portafoglio virtuale) assieme alle altre, in attesa di utilizzarle al momento giusto; oppure fare staking, ovvero non operare mai e lasciare che la criptovaluta resti un investimento 'sicuro' come lo sarebbe il mattone; o, ancora, i più esperti possono attuare azioni sul mercato nell'arco di brevissime frazioni di tempo automatizzando le operazioni tramite software dedicati.

In ogni caso, tra i broker ufficiali che si occupano, tra le altre, anche delle cripto citate ritroviamo e-Toro, XTB e Capex.com, tutte con licenza Cysec, copy trading e persino conto demo.

Lascia il tuo commento
commenti