Dopo Ferragosto una violenta lite tra le due donne con la 38enne arrestata che ha tentato di uccidere la rivale, pugnalandola e rendendo necessario il ricovero in "codice rosso"

Arrestata per aver tentato di assassinare l'ex moglie del fidanzato

Porto abusivo di arma, minacce e tentato omicidio sono i capi di accusa

Cronaca
Molfetta giovedì 15 ottobre 2020
di La Redazione
Gazzella Carabinieri
Gazzella Carabinieri © n.c.

Nella serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Molfetta su disposizione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Trani, Dr.ssa Lucia Anna Altamura, che ha valutato ed accolto le esigenze cautelari prospettatele dagli inquirenti, hanno eseguito il provvedimento restrittivo nei confronti di una donna molfettese, 38enne, sottoponendola agli arresti domiciliari, per il reato di porto abusivo di arma, minacce e tentato omicidio.

Tutto accade pochi giorni dopo ferragosto. L’arrestata in conflitto con la ex moglie del suo compagno, a seguito di un ennesimo litigio con quest’ultima, la invitata ad un incontro per strada per chiarire definitivamente i rapporti. Durante l’incontro, a cui assisteva anche lo stesso uomo conteso tra le due, ne scaturisce una violenta lite, e lei, che si era premunita di un coltello, sferra una pugnalata all’antagonista che riporta gravi ferite che la costringono al ricovero d’urgenza in “Codice Rosso”.

Le indagini dei Carabinieri della Sezione Operativa dei Carabinieri di Molfetta hanno ricostruito l’evento ed il movente che ha scaturito l’aggressione.

L’arrestata rimarrà a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.competente.

Lascia il tuo commento
commenti