Il tradizionale rito

Domenica delle Palme, è il giorno della bussola per le Confraternite

In mattinata il sorteggio che decreterà i portatori delle statue nelle processioni del Venerdì e Sabato Santo

Cultura
Molfetta domenica 14 aprile 2019
di Adriano Failli
Confratelli della Confraternita di Loreto durante la processione del sabato santo
Confratelli della Confraternita di Loreto durante la processione del sabato santo © Manuela Rana

E' la Domenica delle Palme, giorno di festa che precede la Pasqua. A Molfetta, nelle sedi delle Confraternite, è però un giorno che ha un sapore speciale, poiché è il giorno della "Bussola", ovvero del sorteggio per decretare i portatori delle statue durante le processioni del Venerdì e del Sabato Santo.

Quella della "Bussola" è una delle tante tradizioni del periodo Quaresimale molfettese, vissuta con fervore dai "candidati" a svolgere il difficile compito di portatore. I papabili portatori si dividono in coppie della stessa statura, a cui viene assegnato un numero. Solitamente, i confratelli più anziani conservano affezionati il loro numero portafortuna, nella speranza che sia proprio quello estratto.

Naturalmente le aste più sentite, sono quelle che si svolgono nelle due Arciconfraternite, quella della Morte e di Santo Stefano. Lì si decreta chi saranno i portatori del Cristo Morto e della Pietà, i simulacri principali delle due processioni.

Nel silenzio delle chiese, si può immaginare la tensione dei confratelli. Già, immaginare, perché quello della "Bussola" è uno dei tanti riti vissuti intimamente dalle confraternite all'interno delle chiese. Uno di quei riti dal sapore speciale, che noi possiamo intuire, ma che solo i confratelli sono capaci di vivere a pieno. Anche questo è uno dei tanti aspetti che rendono unica la nostra Settimana Santa.

Lascia il tuo commento
commenti