Le News
Verso le elezioni

Alberto D’Amato si candida col PD: “E’ tempo di ricambio generazionale”

Freschezza, ricambio generazionale, idee nuove, senza rinunciare all’esperienza politica. Queste le chiavi della sua candidatura

Politica
Molfetta venerdì 13 maggio 2022
di La Redazione
Alberto D'Amato, candidato del Pd a fianco di Lillino Drago
Alberto D'Amato, candidato del Pd a fianco di Lillino Drago © n.c.

Freschezza, ricambio generazionale, idee nuove, senza rinunciare all’esperienza politica. Questo, in sintesi è ciò che contraddistingue Alberto D’Amato, 24 anni, studente di economia, candidato più giovane della lista del Partito Democratico alle prossime elezioni amministrative del 12 giugno, a sostegno di Lillino Drago Sindaco.
"Inizia per me una nuova avventura, darò tutto me stesso per ciò che amo e ciò che voglio difendere, lo faccio per Molfetta, per tutti coloro che pensano che il cambiamento non si aspetta, si fa", dichiara il candidato, alla prima esperienza elettorale.

La candidatura di D’Amato è la candidatura sostenuta dai Giovani Democratici di Molfetta, giovanile del PD e da sempre gruppo di riferimento dell'intero partito. Non a caso sui canali social della stessa si legge: "La storia di Alberto è la nostra storia. E viceversa. Questo cammino lo faremo insieme, come la grande famiglia che siamo".
Nonostante la giovane età, infatti, Alberto milita nel Partito Democratico da circa 9 anni.

"I GD sono da sempre la mia famiglia politica, con cui ho condiviso passo dopo passo ogni scelta - spiega D’Amato - ma non solo. In queste settimane ho avviato un confronto con tantissimi giovani che non si riconoscono in un partito e non parlano il linguaggio del 'politichese'. E' a loro che mi rivolgo principalmente, perché ritengo sia necessario tornare ad essere comunità, al di là di ogni simbolo. Stiamo mettendo in piedi una bella squadra".

"Vivo l'esperienza politica con impegno, passione e sacrificio - racconta - e sono pronto a farmi portavoce delle idee, delle proposte e dei pensieri dei molfettesi giovani e meno giovani, che hanno tanto da dare al nostro territorio. E' necessario un ricambio generazionale. Con l'ascolto, con la condivisione, con un occhio al presente e al futuro possiamo scrivere insieme una pagina nuova per questa città. Incontriamoci, conosciamoci. Seguitemi, ci sono tante idee da condividere".

Attenzione agli spazi studio, di cui giovani molfettesi sono stati privati dall'Amministrazione Minervini, ma anche ad una nuova forma di gestione condivisa degli spazi urbani, accorciando le distanze tra amministratori e cittadini. Così, D’Amato pone al primo posto del suo programma di proposte il ritorno alla partecipazione: "La biblioteca va riaperta e restituita a nuova vita, ma non solo, è necessario dotare la città di nuovi spazi studio per rispondere alle tante richieste di noi studenti - prosegue - E' poi importante ripensare il sistema dei beni comuni attraverso l'approvazione di un regolamento che consentirebbe una nuova forma di gestione condivisa attraverso la sottoscrizione di patti di collaborazione con i cittadini, strumento che in tante città d'Italia ha favorito la nascita di nuove forme di partecipazione".

Di questo e tanto altro, Alberto D’Amato parlerà nel corso dell’iniziativa di presentazione della sua candidatura, in compagnia del sindaco di Cellamare Gianluca Vurchio, dell'assessore alle politiche giovanili del comune di Bari Paola Romano e del candidato sindaco Lillino Drago. L'appuntamento è per sabato 14 maggio, alle ore 17.30, presso Piazza Municipio. “Scegliamo di cambiare, con Lillino Drago sindaco” conclude Alberto D’Amato, candidato per il Partito Democratico”.

Lascia il tuo commento
commenti