Le News
Verso le elezioni

Traffico e parcheggi, questione irrisolta. Vito Farinola: "Si cambi passo"

"La Città in quindici minuti non è utopia, ma realtà in molti paesi!

Politica
Molfetta martedì 24 maggio 2022
di La Redazione
Esempio di Smart Parking
Esempio di Smart Parking © Economy Up

La questione traffico e parcheggi è apicale nella gerarchia dei temi che stanno maggiormente a cuore ai molfettesi. Un problema ormai atavico, cui occorre mettere mano, nel momento in cui la città continua a crescere, ma soprattutto diventa centrale il tema della sostenibilità ambientale. Sul tema è intervenuto Vito Farinola, candidato consigliere comunale con il Pd, a sostegno di Lillino Drago.

"Mi chiedo - è la la sua riflessione - quanti cittadini siano contenti della gestione traffico e parcheggi degli ultimi anni a Molfetta. Sono convinto che sia una percentuale pari allo zero.

Eppure c’è il Piano urbano di mobilità sostenibile (PUMS) che la passata amministrazione nella sua inerzia ha preferito quasi del tutto ignorare, limitandosi a costruire rotatorie, senza pensare ad un Piano parcheggi che evitasse il parcheggio selvaggio in zona porto e in zona Duomo, così come in gran parte delle aree adiacenti le vie dello shopping in centro. Il tempo perso per cercare parcheggio che spesso scoraggia anche i più tenaci e l’inquinamento conseguente sono ormai insostenibili.

Credo sia arrivata l’ora di cambiare passo!

Avete sentito parlare di Carlos Moreno e la teoria della città dei 15 minuti? Non è utopia, si tratta di concetti sperimentati in molte città europee e non solo, e in alcuni paesi come  Olanda, oltre l’80% degli insediamenti urbani rispondono alle caratteristiche della “Città dei 15 minuti". Servono quindi parcheggi autosilo scambiatori - eventualmente nell’ambito di un’operazione di partenariato col privato - a ridosso dell’area nord e sud della città, indentificando aree pubbliche da adibire allo scopo, dove offrire un servizio di parcheggio e trasporto persone gratuito con navette elettriche che assieme ad una nuova e ripensata Ztl, un parco di monopattini elettrici, nuove piste ciclabili, possano rivoluzionare davvero la mobilità a Molfetta, rendendola ecologica e sostenibile. Ci sono tantissimi esempi anche in Italia, anche a Bari, che dimostrano l’efficacia di queste iniziative.

Io sogno una città dove si possa andare al lavoro, a fare spese, al cinema, al ristorante o al bar, senza aver bisogno dell’auto. Ma se l’uso dell’auto in centro diventasse necessario? Bene, il tempo (=inquinamento) per la ricerca del parcheggio deve essere limitato. Utopia? Macchè. Dal 2009 il Comune di Treviso è pioniere dello smart parking, ovverosia il ricorso a tecnologie come sensori, telecamere e oggetti connessi per individuare facilmente e in tempo reale i parcheggi disponibili. Si possono embeddare sensori nel terreno, o  installare telecamere sui pali della luce o sulle mura degli edifici. La tecnologia è varia e matura.

I benefici sarebbero triplici: ambiente, guidatori, esercizi commerciali.

Un sogno al quale non voglio rinunciare, opponendo alla politica dei proclami dell’aministrazione Minervini, la politica dei fatti, che ha contriddistinto tutta la mia vita personale e lavorativa".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Saverio Sciancalepore ha scritto il 24 maggio 2022 alle 13:14 :

    Ecco a cosa serve l'intelligenza. Bravo Vito. Rispondi a Saverio Sciancalepore

    Vito Farinola ha scritto il 30 maggio 2022 alle 13:33 :

    Grazie Saverio. Ciò che mi fa più rabbia è che sono soluzioni già sperimentate da anni in altre città. Volere è potere! Rispondi a Vito Farinola