Le News
Il comunicato stampa del candidato sindaco

Infante: "Panzerottini e bibite a mensa? Chiediamo spiegazioni"

"Sembrerebbe che su richiesta espressa del Sindaco per la festa di fine anno ci sarebbe un'offerta gratuita di altri prodotti, a quanto sembra non ordinari"

Politica
Molfetta giovedì 26 maggio 2022
di La Redazione
Gianni Infante
Gianni Infante © n.c.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa di Giovanni Infante, candidato sindaco per Rifondazione comunista e Compagni di Strada.

"Non bastano cartelloni e sottocomitati, non basta l’accompagnamento di ben 11 liste, non basta la visibilità cercata ad ogni occasione e con ogni mezzo, pare si inizi a grattare il fondo del barile con panzerottini e Coca Cola da distribuire gratuitamente ai bambini...

Alcuni cittadini segnalano una comunicazione che sta circolando all'interno delle istituzioni scolastiche che usufruiscono del servizio mensa. Sembrerebbe che su richiesta espressa del Sindaco per la festa di fine anno ci sarebbe un'offerta gratuita di altri prodotti, a quanto sembra non ordinari.

Non sappiamo se si tratti di una incomprensione nella comunicazione tra Comune e Istituzioni scolastiche, ci auguriamo sia solo questo.
Se così non fosse chiediamo chiarimenti su tale vicenda da parte delle autorità, per evitare qualsiasi strumentalizzazione elettorale.

In mancanza di queste, ci rivolgeremo direttamente al Prefetto per le spiegazioni dovute".

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Daniela Rubini ha scritto il 26 maggio 2022 alle 13:38 :

    Ma panzerottini, rustici, coca cola e aranciata l'hanno sempre erogate l'ultimo giorno di mensa, anzi vi dirò di più prima dell'emergenza sanitaria venivano invitati al "banchetto" i genitori rappresentanti di classe; quindi qual'è la novità???? Rispondi a Daniela Rubini

  • Stefania Tacchetti ha scritto il 27 maggio 2022 alle 00:51 :

    È stato comunicato nelle scuole che per l'ultimo giorno di mensa ci saranno anziché il solito menù scolastico,al suo posto,cose rustiche e bevande.Non credo ci sia da discutere su ciò perché non è il sindaco che paga,ma siamo noi genitori che paghiamo il pasto ogni giorno e non scegliamo noi il menù, ma lo fa il comune con la ditta di ristoro Rispondi a Stefania Tacchetti