Tra i candidati anche Dario La Forgia, nelle file del Movimento 5 Stelle

Altomare-Lezoche-Spaccavento con Emiliano. Tammacco invece?

Si fanno insistenti le voci di un avvicinamento a Fitto

Politica
Molfetta mercoledì 01 luglio 2020
di La Redazione
Saverio Tammacco con Tommaso Minervini
Saverio Tammacco con Tommaso Minervini © Insieme per la città

Molfetta è una città in clima già elettorale. Il 20 e 21 settembre, in realtà, tutta la Puglia si recherà alle urne per scegliere il nuovo presidente della Regione Puglia. Ma, al di là della contesa che prevedibilmente vedrà protagonisti Michele Emiliano e Raffaele Fitto, rispettivamente per il centrosinistra e centrodestra, i molfettesi si concentreranno molto sui possibili consiglieri regionali. In questo senso è autentica bagarre.

Salvo sorprese dell’ultim’ora saranno cinque i candidati molfettesi: Annalisa Altomare, Felice Spaccavento, Loredana Lezoche, Saverio Tammacco e Dario La Forgia. Posizioni diverse, le loro, tutte chiare. Più o meno.

Dario La Forgia, leader molfettese del Movimento 5 Stelle, sosterrà Antonella Laricchia. Una posizione chiara, nota peraltro già da mesi, ben prima che scoppiasse l’emergenza covid. Altrettanto nota è la posizione di Annalisa Altomare, che correrà nella lista “Senso civico – Un nuovo Ulivo per la Puglia”, sostenendo convintamente Michele Emiliano. In una lista diversa, ma sempre accanto all’attuale presidente regionale, sarà presente Felice Spaccavento. Farà parte di “Puglia Solidale Verde”, come da lui stesso annunciato ufficialmente domenica.

Gli ultimi giorni sono stati caratterizzati peraltro dall’ufficializzazione della candidatura di Loredana Lezoche. L’imprenditrice molfettese sarà presente nella lista “Italia in Comune”, anche lei a fianco di Emiliano.

Dulcis in fundo, Saverio Tammacco. E qui la questione si complica. Fino a qualche giorno fa, infatti, sebbene a livello mediatico non si fosse mai ufficialmente sbilanciato a riguardo, pareva pressoché certa la sua candidatura in una lista a sostegno di Emiliano. C’era ancora incertezza, però, rispetto alla specificità di quella lista. E qui si pongono le voci dell’ultim’ora. Il permanere di quest’incertezza starebbe infatti rischiando di cambiare le carte in tavola con gli ultimi rumor che parrebbero dare Tammacco come candidato sì, ma con Raffaele Fitto. I contatti tra i due, in questo senso, si starebbero intensificando.

Una domanda, in questo senso, sorge spontanea: qualora le indiscrezioni fossero confermate e Tammacco appoggiasse Fitto, ci sarebbero ripercussioni sull’azione amministrativa a Molfetta? Al momento è solo un interrogativo, che potrà diventare più forte o essere silenziato, a seconda che le voci insistenti di queste ore fossero o meno confermate.

Per Molfetta, a ogni modo, sarà una calda estate elettorale.

Lascia il tuo commento
commenti