Le parole di chi l'ha conosciuta

Lutto nello sport molfettese: si spegne Elvira Gattulli, presidente del CTT

Molfetta perde Elvira Gattulli, grande esempio di passione e sacrifici al servizio degli altri.

Altri Sport
Molfetta giovedì 18 novembre 2021
di Antonio Aiello
Lutto nello sport molfettese: si spegne Elvira Gattulli, presidente del CTT
Lutto nello sport molfettese: si spegne Elvira Gattulli, presidente del CTT © n.c.

“A te che per 40 anni sei stata la colonna portante del Circolo Tennistavolo Molfetta, a te che sei stata la mamma di tutti noi, a te che hai ascoltato i nostri sfoghi e ci hai incitato a fare sempre meglio e non arrenderci alla prima sconfitta, a te che con le tue battute ironiche riuscivi sempre a trovare il modo di sdrammatizzare anche nelle situazioni più difficili, a te che sarai sempre parte di noi non possiamo che augurare buon viaggio. Ti vogliamo bene Elvira.”

Con queste commoventi parole il Circolo Tennistavolo Molfetta ha voluto ricordare la Presidente Elvira Gattulli che all’alba si è spenta, andandosene con discrezione e silenzio che l'ha sempre contraddistinta.

Una giornata triste per lo sport molfettese che non riesce a capacitarsi della notizia e perde Elvira Gattulli, grande esempio di passione e sacrifici al servizio degli altri.

Da giovanissima si avvicina al tennistavolo nel quale negli anni, dopo aver smesso di giocare, riveste la carica di segretaria, di presidente della storica società molfettese e, fino allo scorso anno, presidente della Comitato Regionale Pugliese.

In queste ore moltissimi sono i messaggi di stima che stanno giungendo dal mondo del tennistavolo pugliese e non solo.

“Nessuno di noi ti ha gratificata quanto avresti meritato. Non è questo il giorno delle parole. Questo è il giorno nel quale vede la luce un monumento, tutto il resto lo porta via il vento.” è stato il primo pensiero del direttore sportivo ASD Fiaccola Castellana Grotte Francesco Coletta che ci affida un ricordo commosso: “quel che mi resta di lei è la capacità di aggregazione.  Vivere la palestra come una casa. La casa nella quale ha accolto generazioni di pongisti che si sono fatti uomini e donne migliori grazie allo sport. Il tennistavolo in particolare che era la sua vita.”

"Da quasi dieci anni, i miei rapporti di collaborazione e di frequentazione con Elvira Gattulli si erano interrotti per vari motivi, ma non avrei mai potuto immaginare di avere notizia della sua improvvisa scomparsa – sono le parole di Domenico Valente past president Panathlon Club Molfetta - Sono rimasto molto addolorato e amareggiato, mentre pian piano mi ritornavano in mente alcuni dei tantissimi momenti pongistici e personali condivisi. A cominciare da quando, reduce dai Campionati Italiani di Fiuggi, l’ho conosciuta nel 1971 nella sede della MADIS Molfetta, dove mi ero recato con il mio indimenticabile amico fraterno Manlio Memola per un incontro con le dirigenti della società femminile e con le ragazze che praticavano il tennistavolo nella FARI. Tra queste c’era Elvira, allora solo tredicenne ed iniziò così il nostro rapporto anche con altre ragazze (tra cui la sorella Mimma Gattulli, Anna Angione, Giulia Valente, Tonia Zaza, Porzia Mastropierro) che aderirono alla nostra proposta di svolgere con il CTT Molfetta attività pongistica federale.

Attività che Elvira continuò fino al 1975/76 con la partecipazione al Campionato Nazionale di Serie A, per riprendere poi nel 1984/85 con Marianna Porta e Alessandra Calò in Serie C. – ci racconta Domenico Valente - Contemporaneamente, avviai Elvira all’attività di dirigente e di allenatore prima nella società e poi nella Federazione. Nel 1988 fu eletta per la prima volta Consigliere Regionale e dal 1992 al 2012, durante tutta la mia presidenza della società e del Comitato Regionale, ha ricoperto l’incarico di Segretario dei due organismi. Dal 2001 è stata anche Presidente dell’ASD Respa. Poi, nel 2012 mi è subentrata alla guida del CTT Molfetta mantenendo anche l’incarico di Segretaria del Comitato Regionale, di cui infine ha assunto la guida dal 2017 al 2020. Attualmente faceva anche parte della Commissione Nazionale Gare a Squadre e Individuali della FITeT.”

Il tennistavolo molfettese e quello regionale oggi perdono un’icona di questa disciplina, ad aspettarla troverà Manlio Memola con cui potranno condividere la stessa passione e continuare da lassù silenziosamente ad essere vicini ai “pongisti” molfettesi e pugliesi esultando per loro e confortandoli silenziosamente nella sconfitta.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Saverio Mongelli ha scritto il 19 novembre 2021 alle 23:43 :

    E con Manlio Memola, come emblema maschile dei pongisti molfettesi, troverà mio fratello Leo.., Mongellino..., che un anno fa ha voluto precederla,... grande amico suo e di suo marito Leonardo Scardigno, nonché partecipe gioioso in tanti tornei e campionati... E anche in tanti momenti di vita quotidiana... Semplicità, sorriso, tenacia. Una triade perfetta di angeli di uno sport di altri tempi. Rispondi a Saverio Mongelli

  • costanza Minervini ha scritto il 19 novembre 2021 alle 17:25 :

    Riposa in pace.condogkianze alla famiglia Rispondi a costanza Minervini

  • Pongista... ha scritto il 19 novembre 2021 alle 09:56 :

    Un pezzo di storia ....indelebile ....ricordo i tornei effettuati fino a notte inoltrata ( si arrivava ancora a 21) neo vari palazzetto sport Casamassima...Molfetta Trani Barletta e tantissime altre parti presente la presidentessa Elvira Gattulli ....ciao Elvira...buon cammino celeste... Rispondi a Pongista...