La cronaca del match

Le Aquile Molfetta volano nel recupero contro Bernalda

Termina 8-1 l'importante match salvezza disputato ieri al PalaPoli

Altri Sport
Molfetta mercoledì 26 gennaio 2022
di La Redazione
Lopopolo delle Aquile Molfetta
Lopopolo delle Aquile Molfetta © n.c

Nel​ recupero​ dell’undicesima giornata di​ Serie A2, girone D, le​ Aquile Molfetta conquistano la seconda vittoria consecutiva ai danni del Bernalda con un sono 8-1.
Incontro a senso unico al PalaPoli, gli uomini di mister Rutigliani nella prima frazione vanno subito sul 4-0 con le reti di Koseky, Dibenedetto e la doppietta di Adami invece Claro accorcia sul finale. Nella ripresa, Murolo và subito in goal, Adami in grande spolvero sigla la sua tripletta personale, Zurdo e ancora Murolo mettono il punto esclamativo sul match. ​

Lo starting five di mister Rutigliani è composto da: Lopopolo tra i pali, Adami, Ortiz, Dell’Olio e Koseky. Molfettesi subito alla ricerca del vantaggio: Garcia dopo meno di 2’ devia le conclusioni di Ortiz e Koseky in angolo. Al 2’28’’ Adami finalizza lo schema perfetto partito da capitan Ortiz. I padroni di casa producono tante occasioni da rete con Adami, Koseky e Dibenedetto ma la rete del raddoppio arriva al 12’ con Koseky. Sul punteggio di 2-0 arriva un gran goal di Adami con un missione sotto l’incrocio al 14’25. Il primo vero intervento di Lopopolo è su Quinto al 16’ e al 18’37’’ arriva il poker delle Aquile con un uno-due fantastico tra Zurdo e Dibendetto finalizzato proprio dal talento pugliese. Sul finale della prima frazione al 19’16’’, Claro accorcia le distante portando le squadre negli spogliatoi con il parziale di 4-1.

La ripresa è tutta in discesa per il Molfetta: dopo appena 38’’ arriva la bordata da fuori di Murolo e al 2’44’’ Adami dall’out di sinistra mette a sedere l’estremo difensore ospite e sigla la sua prima tripletta personale con la maglia biancorossa. Ortiz e compagni non hanno affatto voglia di fermarsi e dopo diverse occasioni sperate vanno in rete al 6’41’’ con Zurdo che sigla il 7-1. Il Bernalda viste le ristrette rotazioni, cala fisicamente e mister Rutigliani ne approfitta per dare minutaggio ai più giovani facendo esordire anche il giovanissimo portiere Spadavecchia classe 2004. Sul finale l’estremo difensore del Bernalda, Garcia, viene espulso e Murolo al 19’32’’ sigla il definitivo 8-1

Testa alla 15^ giornata, in trasferta, con il Catanzaro Futsal: sabato 29 gennaio alle 15.00.

Lascia il tuo commento
commenti