La cronaca del match

Non basta Strambelli, la Team Altamura fa tris contro la Molfetta Calcio

Illude il vantaggio del 10 biancorosso. Spano e due rigori di Bozzi e Lorenzo firmano la rimonta

Calcio
Molfetta martedì 06 aprile 2021
di La Redazione
Gol di Strambelli della Molfetta Calcio contro la Team Altamura
Gol di Strambelli della Molfetta Calcio contro la Team Altamura © n.c.

La Molfetta Calcio termina i recuperi causa covid con una sconfitta. Al D'Angelo di Altamura si recupera il match della diciasettesima giornata di andata tra Team Altamura e Molfetta Calcio, rinviato dapprima per neve poi per il focolaio covid che ha allontantao i murgiani dalla vetta: qualora il team altamurano dovesse vincere tutti i recuperi sarebbe alle spalle del Taranto per testimoniare una gran prima parte di stagione da parte di bomber Croce e compagni. 

La spuntano i locali, ma la Molfetta Calcio era partita benissima con il solito eurogol di Strambelli e una serie di occasioni non sfruttate. La Team Altamura, invece, è cinica e la ribalta dagli undici metri grazie ai suoi due subentrati Bozzi e Lorenzo, a dimostrazione di una grande rosa di valore allestita per stare nei piani altissimi della classifica.

Bartoli mischia le carte in tavola e torna al 3-4-1-2 con il rispolverato over Tucci in porta, difeso dai confermati Di Bari e Diallo e dalla new entry dal primo minuto Kaleba. A centrocampo, in mediana, Fucci fa coppia con Conteh, anche lui all'esordio stagionale da titolare. Sugli esterni c'è spazio per Cianciaruso e Lavopa, Strambeli a tutto campo è libero di ispirare Ventura e Lacarra.

Monticciolo risponde con un modulo speculare e un undici ormai consolidato: Donini in porta è protetto dal 2002 Kanoutè e da Russo e Lanzolla. Sugli esterni l'altro 2002 Fedel e Casiello, mentre al centro della manovra ecco Logoluso e Langone. Il 10 Guadalupi fa da tres d'union tra centrocampo e Croce e Spano, tandem offensivo.

Dopo 17 secondi Lacarra spaventa Donini. Preludio che la Molfetta Calcio c'è e vuole tornare ai tre punti. Al sesto minuto Lacarra e Russo fanno a sportellate, il difensore altamura spazza, ma la palla finisce sul piede fatato di Strambelli che disegna, dai 25 metri, l'undicesima perla stagionale. Cinque giri di lancette e l'ispirato Strambelli lancia Ventura che la mette dentro: non ci arrivano Lavopa e Lacarra e l'occasione sfuma. Subito dopo pari murgiano: Spano ricevere fuori area, si gira e fulmina Tucci con un gran bel destro. Ancora Strambelli per Ventura che cerca Lacarra, Donini risponde presente. Prima parte di gioco frizzate: Casiello su punizione impegna Tucci, sulla respinta Croce è murato da Tucci, ma è offside. Gran bella prima frazione tra due squadre che non rinunciano mai a giocare il pallone.

E' di Guadalupi il primo squillo della ripresa, ma il suo tentativo finisce di poco a lato di Tucci. Un minuto dopo Lacarra prova da fuori, Donini blocca. All'undicesimo ci prova Croce in acrobazia, ma la sua rovesciata termina fuori. Al settantaduesimo episodio chiave: l'esterno Casiello finisce giù nel contatto con Fucci; dal dischetto, Bozzi, ex Molfetta in Eccellenza, spiazza Tucci. A dodici dalla fine è superlativo Tucci su Bozzi e tiene a galla i biancorossi. All'87simo ci prova Lorenzo, subentrato per i murgiani, ma il suo tiro cross bacia la traversa. Nel primo dei quattro minuti di recupero, disattenzione della difesa molfettese, Lorenzo prova a superare Tucci che lo stende: giallo per il portiere biancorosso, dischetto infallibile per il giovane Lorenzo. Finisce 3-1.

Con questa sconfitta, la Molfetta Calcio resta settima, con 34 punti in coabitazione con Nardò, ferma per focolaio covid, Cerignola e Altamura. I biancorossi, dopo il toru de force degli ultimi quindici giorni, hanno raccolto sette punti in sei gare: dopo le vittorie contro Portici e Sorrento, sono arrivate le sconfitte contro le quotate Taranto e Picerno. Poi, negli ultimi 5 giorni, il pari casalingo contro Brindisi e la sconfitta odierna.

Per l'Altamura, invece, balzo in classifica: raggiunto il Molfetta a quota 34 punti e, con altri quattro match da disputare e 12 punti potenziali in saccoccia, qualora dovessero risultare vincitori in tutti i match, sarebbero alle spalle del solo Taranto.

Per gli uomini di Bartoli, l'occasione per rialzarsi arriva domenica, a Pozzuoli, contro il fanalino di coda Puteolana.

Lascia il tuo commento
commenti