Per i protagonisti della cavalcata Eccellenza - serie D un contratto biennale

Bartoli e Frascati restano alla Molfetta Calcio

"Sogno di portare questa squadra nel professionismo"

Calcio
Molfetta martedì 15 giugno 2021
di Angelo Ciocia
Bartoli e Frascati
Bartoli e Frascati © MolfettaLive.it

Due giorni fa si correva per la trentaquattersima giornata di serie D. Adesso la Molfetta Calcio corre per anticipare la concorrenza e gettare le basi per un solido futuro.

"La strada tracciata lo scorso anno ci ha dato ragione, la missione è stata usata con largo anticipo, nelle ultime gare abbiamo potuto sperimentare e vedere chi ha spessore tecnico da Molfetta. Cercheremo di fare meglio dello scorso anno", le parole di Ennio Cormio in apertura di conferenza stampa.

A Saverio Bufi, vicepresidente del team, il compito di spiegare la nuova visione societaria. "Non abbiamo il magnate, dobbiamo far valere le idee e i progetti. Ci abbiamo messo passione, i valori del calcio, adesso dobbiamo trasformare questa società in azienda e sognare il professionimo, passo dopo passo".

Dopo la linea societaria, la scena è per chi ha allestito il team e chi lo ha condotto magistralmente in serie D, dopo un quarto di secolo di calcio regionale.

"Si riparte dalle persone che hanno funzionato, contratto biennale e frutto di un progetto. L'anno prossimo vogliamo stare nella parte sinistra, poi magari tra due anni daremo un occhio al salto tra i professionisti", è la mission societaria.

"In questi anni abbiamo dato importanza al progetto e alle idee, sono da cinque anni a Molfetta e avrò modo di stare qui altri due anni. Veniamo dal nostro primo anno in D, credo che la squadra abbia avvicinato la gente e gli scettici - le parole del direttore sportivo Gianluca Frascati - Abbiamo fatto un grande risultato in un girone deciso a 5 minuti dalla fine dell'ultimo match. Una società piccola come la nostra ha fatto un reale miracolo contro multinazionali di questa categoria. Inutile fare proclami, noi lavoreremo con professionalità e dedizione per garantire risultati consoni alla città e all'idea di crescita della società".

Raggiante e felice. Stanco, ma già voglioso di una nuova stagione è Renato Bartoli che, il prossimo anno siederà per la terza stagione sulla panchina biancorossa. "Ringrazio la società per la stima: questa città mi è entrata nel cuore. Il mio sogno è entrare nel professionismo con voi, il mio sogno va costruito ogni giorno, con idee e progetti. Ai tifosi dico che mi siete mancati tanto. Con pazienza, dedizione e lavoro si può raggiungere questo sogno - le parole del mister - Colgo l'occasione per ringraziare chi è dietro le quinte, ma chi mi dà una grandissima mano, Martino Traversa, Nicholas Annoscia e Ciccio Musacco. Non abbiamo cifre spaventose come altri, aggiungeremo una persona nello staff. Ho tantissima voglia, non ho mai staccato la spina, siamo quotidianamente sul pezzo per cercare di regalarci questo sogno".

La Molfetta Calcio sposa la linea della continuità. Lo fa anticipando la concorrenza, frutto di una progettualità che vuole essere il vero top player del team biancorosso.

Lascia il tuo commento
commenti