Le parole e la soddisfazione di Francesco La forgia, giovane a capo del team organizzativo che con amore e passione ha partorito l'idea del Mundial, giungendo alla sesta edizione

Sesta edizione del Mundial, in attesa dell'Under 24 esultano Mongolia e Porto Rico

Nella categoria junior esulta la Mongolia. Nella categoria senior, il Porto Rico alza la coppa al cielo. Nel weekend la Colombia conoscerà le altre semifinaliste che si giocheranno il titolo Under 24

Calcio
Molfetta sabato 13 luglio 2019
di Angelo Ciocia
Sesta edizione del Mundial
Sesta edizione del Mundial © n.c.

Atteso come un Mondiale. Vissuto tra sfottò, agonismo e sano fair play. L'estate molfettese diventa sempre un po' mundial, grazie al lavoro incessante di alcuni ragazzi vogliosi e amanti del calcio, che si impegnano ad organizzare un torneo che vede coinvolte decine di squadre.

Il torneo si scinde in tre parti e vede la partecipazione di ragazzi tra 13 e 24 anni, suddivisi in tre categorie: junior (2004, 2005,2006), senior (2001, 2002, 2003) e l'under 24, fino alla classe 1995.

La sesta edizione ha dato già i suoi primi verdetti. La categoria junior si è conclusa proprio in questi giorni e ha visto trionfare la squadra della Mongolia, a cui è spettato l'onore di sollevare la bellissima coppa del mondo. Tra i premi individuali, Luca Ciannamea, classe 2005 e militante nel Monopoli Calcio, è stato premiato come miglior calciatore e come capocannoniere del torneo.

Per la categoria 2001, 2002, 2003, la squadra protagonista e vincitrice è stata il Porto Rico, rappresentanza formata dai calciatori delle aquile Molfetta Under 18. Ad Antonio Spadavecchia il merito per essersi distinto.

L'under 24, invece, a breve avrà i suoi verdetti finali. La prima semifinalista è la Colombia, già vincitrice della seconda edizione. Nel weekend conoscerà le tre sfidanti, poi saranno le fasi finali a decretare la regina del mundial.

"Siamo riusciti,attraverso il lavoro e la passione,a raggiungere la sesta edizione, rendendo il livello tecnico del torneo sempre più alto. Ovviamente non dimentichiamo mai di garantire tutte le misure affinché ci sia solo una sana competizione e che all'agosismo, che non manca mai, prevalga la voglia di divertirsi. Al di là dell'aspetto calcistico ci teniamo a sottolineare che il PalaPoli, luogo in cui si svolge il torneo, diventa vero e proprio luogo di ritrovo per tutti gli appassionati e amici dei circa 300 partecipanti tra le 3 categorie", le parole di Francesco La Forgia, a capo del giovane team organizzativo che con passione e amore per il calcio, rendono l'estate molfettese meno noiosa e più mundial.



Lascia il tuo commento
commenti