Tanto fermento in città

Ecco come potrebbe essere il girone del Molfetta Calcio in D

In attesa dell'ok del consiglio federale, impazza il calcio estivo. In queste ore girano delle bozze di probabili composizioni del girone H

Calcio
Molfetta lunedì 25 maggio 2020
di Angelo Ciocia
Esultanza Molfetta Calcio
Esultanza Molfetta Calcio © n.c.

È tanta, troppa la fame di calcio. E lo stop prolungato del calcio dilettantistico, aggiunto al caldo di queste ore, regala solo ed esclusivamente una cosa: il calcio estivo. Quello di ipotesi, tormentoni di mercato, trattative più o meno veritiere. Ma soprattutto di sogni.

E accanto al sogno molfettese della serie D, che sarà solo formalizzato e ufficializzato nella prima decade di giugno, spuntano anche le prime ipotesi di gironi della quarta serie nazionale.

Fermo restando che dalla Serie C ci sarà qualche team che farà il percorso inverso della Molfetta Calcio e retrocederà in D.

Tante le ipotesi che si stanno scatenando in queste ore, una certezza: il calcio estivo è solo agli inizi.Tra probabili ricorsi degli "scontenti", acquisti e trattative, sarà una torrida estate calcistica.

Partiamo dalle certezze: il girone H, storicamente, è riservato a compagini pugliesi e lucane con le campane che si vanno ad integrare tra il girone appulo-lucano e quello laziale. Anche se ci sono delle sorprese: due anni fa al Bari toccò il girone calabro-siciliano, mentre anni fa si optava per un girone adriatico, che abbracciasse Puglia, Molise e Abruzzo, e uno tirrenico, sul versante opposto. Ma si andrà rispettando la geografia delle società sportive, specie per contenere i costi trasferta, ora che l'emergenza economica ha preso piede nella penisola del calcio dilettantistico.

Azzardando delle ipotesi di girone H, ecco alcune certezze, in rigoroso ordine di classifica. Il Molfetta Calcio, che torna nel calcio che conta, prende il posto del Bitonto, a cui manca l'ok del consiglio federale per festeggiare il salto tra i professionisti. Certi della quarta categoria il Foggia, il Sorrento, il Cerignola, il Casarano e il Taranto, team che avrebbero lottato in questi giorni, verosimilmente, per i playoff. I satanelli dauni, molto attivi durante il lockdown, però, spingeranno per una promozione in C, considerando che sono la miglior seconda della serie D, tra tutti i gironi. Dalla sesta piazza ai playout, classifica cortissima: mantengono la D il Gravina, il Fasano, il Gelbison Vallo della Lucania, il Gladiator Santa Maria Capua Vetere, il Team Altamura, il Brindisi e la Fidelis Andria.

Scontro sui team che retrocederanno: ad oggi, a quota 27 punti ci sono la Nocerina, il Nardò e il Grumentum Val d'Agri. Cristallizzando la classifica si salva la Nocerina, che probabilmente manterrà il girone H, scendono in Eccellenza il Nardò e il Grumentum.

Retrocesse, invece, Francavilla in Sinni e Agropoli.

Quindi, 14 team su 18, il Molfetta Calcio li "conosce" già, quasi certamente. Restano vacanti i quattro posti delle retrocesse. dall'Eccellenza lucana salirà il Lavello; stesso percorso per Afragolese e Santa Maria del Cilento. Resterebbe solo un posto nel prossimo girone H. Un posto che potrebbe andare al Bisceglie, attualmente terzultimo in C, oppure ai team di D che daranno ricorso, con il Nardò capofila in questo. Ricorsi si attendono anche dall'Eccellenza pugliese, spesso risultata vincente in Coppa Italia di categoria o ai playoff nazionali, con il Corato all'agguato visti i meriti sportivi che la vedevano seconda in classifica e con un piede e mezzo nella fase finale di coppa.

Sarà un estate calda. Finalmente, però, il nome della compagine molfettese torna ad essere associato fuori dai confini regionali. E se l'ufficialità manca, la città si colora di biancorosso e inizia a fare fantacalcio su nomi, ma soprattutto squadre che saranno le avversarie in un Paolo Poli che torna a respirare aria di grande calcio.

Lascia il tuo commento
commenti