La cronaca del match

L'Indeco Molfetta chiude il campionato con un successo ad Andria

Tanti giovani molfettesi in campo: termina 3-1 per i biancorossi

Volley
Molfetta giovedì 05 maggio 2022
di La Redazione
Esultanza Indeco Molfetta
Esultanza Indeco Molfetta © n.c.

L’Indeco Molfetta conquista la vittoria anche al Polivalente di Andria con un larghissimo turnover. I biancorossi di mister Castellaneta cedono il secondo parziale, poi si riscattano e portano a casa l’intera posta in palio, frutto di un attacco più incisivo dei locali (42% contro il 34%) nonostante Andria piazzi più muri (12 di cui 3 per Di Bari e Carofiglio contro gli 8 block biancorossi con Pisani, Tritto e Ivan Bernardi a referto 2 volte). Più cattiva la battuta dell’Indeco con 9 aces, di cui 3 di Ivan Bernardi che costringono la retroguardia andriese a ricevere con il 54% di positività e il 28% di ricezione perfetta. I biancorossi chiuderanno invece con lo stesso dato di ricezione perfetta e il 63% di ricezione positiva. Top scorer del match Cormio, subentrato nel secondo parziale e decisivo negli ultimi due segmenti di gara con 18 punti, in una giornata in cui mister Castellaneta lascia a riposo i “big” Del Vecchio, Fiorillo e Giuseppe Bernardi.

Con il quinto posto già in cassaforte e l’Andria matematicamente terzultima e retrocessa, Castellaneta manda in campo il regista Ivan Bernardi in diagonale con Ruggiero; coppia di laterali formata da capitan Ciccia e Lorusso, al centro Pisani e Tritto. Libero in ricezione Utro, in difesa D’Alto. 

Pepe risponde con la diagonale Campanale – Tellez, di banda Caldarola e Rubino, al centro Carofiglio e Di Bari, libero Santacroce.

Pronti via, prima frazione dominata dai biancorossi. Lorusso firma il primo break (2-4), Pisani allunga (2-5) e Ruggiero aumenta il gap: 6-9. Due ace di Pisani (6-12), costringono Pepe a fermare il gioco. Ciccia stoppa Tellez (7-14), Bernardi fa male al servizio (7-16), Ruggiero si fa sentire in attacco (7-18) e Tritto è decisivo a muro (8-20). Prova ad accorciare la forbice di distacco l’Andria, ma è troppo tardi: chiude il parziale Ciccia con il punteggio di 18-25 per l’Indeco.

Cappelluti rimpiazza Tritto al centro della rete. Lorusso firma il primo punto, Di Bari mura Ruggiero e regala il primo vantaggio andriese (2-1) che allunga un ottimo turno al servizio di Rubino che frutta 2 ace: 5-1. Andria prova la fuga, Bernardi mura Caldarola (8-4) che firma l’ace del 10-5. Andria scappa sul 13-6, Castellaneta richiama in panca Ruggiero per Cormio. Ciccia accorcia (19-12), Cormio firma il 20-15, Bernardi fa malissimo in battuta con due ace (20-17), l’Andria non ci sta e Tellez pareggia i conti: 25-19.

Castellaneta mischia le carte: Tritto di nuovo in campo per Cappelluti, Lorusso lascia spazio a Cormio. Avvio equilibratissimo: Campanale firma il primo break locale con un ace (8-6), Lorusso rimpiazza Ciccia. Cormio dalla linea dei nove metri trova la nuova parità (14-14), Lorusso firma il doppio vantaggio Indeco (16-18), Cormio con uno schema firma il +3: 18-21. L’Indeco tiene a distanza di sicurezza l’Andria, Lorusso riporta in vantaggio i suoi e chiude il parziale per i biancorossi: 22-25.

Nel quarto parziale si rivede la stessa formazione che ha chiuso positivamente la terza frazione di gioco. Tritto si fa sentire a muro (2-5), Cormio firma ancora un ace (2-7) poi mura Rubino (9-13). Cappelluti rimpiazza Tritto, D’Alto è libero sia in ricezione che in difesa: eccetto il regista Ivan Bernardi, in campo solo molfettesi e prodotti del vivaio biancorosso. Un orgoglio enorme per Cappelluti che firma il 17-21, timbra l’ace del 17-22. Chiude la stagione biancorossa il muro del più “anziano” il campo, il 24enne Pisani, una vita in maglia Indeco: 19-25.

Lascia il tuo commento
commenti